Retrospettiva su Patrick Tam

patrickhalfIl Far East Film Festival di quest’anno ha voluto dedicare un’interessante retrospettiva al regista di Hong Kong  Patrick Tam.

Tam, regista ancora sconosciuto al grande pubblico italiano, è stato uno dei protagonisti della cosiddetta "New Wave" Hongkonghese degli anni ’80, movimento (di cui fa parte anche John Woo) che ha aperto la strada a registi del calibro di Wong Kar-Way o Johnnie To.

Patrick Tam inizia a lavorare alla fine degli anni ’70 in ambito televisivo, da citare in particolare le serie "13" e "C.I.D.", per poi esordire al cinema nel 1980 con "The Sword".  Nel corso degli ’80, Tam realizza altri sei lungometraggi, tra cui "Love Massacre" e "My Heart Is That Eternal Rose", dopo quest’ultimo film del 1989 sembra prendere una pausa di riflessione: nei ’90 insegna cinema a giovani studenti hongkonghesi e collabora al montaggio di "Days of Being Wild" e  "Ashes of Time" del suo discepolo Wong Kar-Way, oltre che ad "Election" di Johnnie To.

Nel 2006 ritorna finalmente alla regia con "After This Our Exile" tratto da una sceneggiatura di un suo studente.

Filmografia (solo lungometraggi):
After This Our Exile (2006)
My Heart Is That Eternal Rose (1989)
Burning Snow (1988)
Final Victroy (1987)
Cherie (1984)
Nomad (1982)
Love Massacre (1981)
The Sword (1980)

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: