Il piano sequenza… che meraviglia!

Da amanti del piano sequenza quali siamo non possiamo tenervi all’ascuro da questo bel post apparso su Daily Film Dose.
In pratica siamo di fronte ad una bella raccolta di alcuni tra i più bei piano sequenza della storia del cinema. Per ogni piano sequenza c’è il video da YouTube e una piccola descrizione. Ovviamente è stata fatta una selezione, quindi non lamentatevi se non appare il vostro preferito.
In ogni caso davvero un bel lavoro. E ce n’è per tutti i gusti.
Il primo della lista non a caso è "Touch Of Evil" del buon Orson Welles, ma abbiamo anche "Old Boy" di Park Chan Wook, il recente "I Figli degli Uomini" di Alfonso Cuaron e molti altri.
Fateci un salto.
Lascia un commento

3 commenti

  1. anonimo

     /  20 Maggio 2007

    Va bene, ciascuno ha i suoi preferiti. Ma dimenticare Angelopoulos!

    Kim

    Rispondi
  2. Giusta segnalazione Kim.
    Purtroppo è stata fatta una selezione, certamente discutibile, e tutti i nostri piani sequenza preferiti non potevano esserci…
    Alcuni potrebbero dire, addirittura, che manca Kubrick o Rossellini…
    Tu giustamente dici Angelopoulos…
    io dico, per farti un es., Alain Resnais in “L’anno scorso a Marienbad” e non solo…

    La lista sarebbe molto lunga… ma, ripeto, hai fatto bene a farci notare la mancanza del regista greco dalla selezione…

    p.s. probabilmente lo saprai già: Angelopoulos sta lavorando ad un nuovo film intitolato “The Dust of Time” con Harvey Keitel, Bruno Ganz e Valeria Golino, che potrebbe essere presentato (secondo imdb) nell’edizione del prossimo anno del festival di cannes…

    Rispondi
  3. anonimo

     /  22 Maggio 2007

    Capisco la difficolta’ ma penso che ci sia una grande differenza tra Angelopoulos e la maggior parte gli altri. Welles cerca modi di esprimersi nel cinema che ne superino le limitazioni rispetto al teatro, l’Antonioni americano cerca di fare bello, etc… ma per Angelopoulos e’ una questione di etica. Mi e’ difficile vedere un film di un altro dopo un film di Angelopoulos. Eppure Griffith e Eisenstein sono stati i miei primi eroi. Piu’ vado avanti e piu’ mi sento vicino a Angelopoulos.

    kim

    PS OK per Resnais ma lui e’ un sempre stato un grande sperimentatore, il plan sequence e’ stato solo uno strumento. Poi quando penso a Marienbad penso piu’ travelling che plan sequence. E allora aggiungerei Busby Berkeley, ma e’ un’ altra storia.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: