Al via il Festival di Cannes…

festival_cannesQuesta sera, intorno alle 19.30, ci sarà la cerimonia d’apertura del festival più atteso del cinema mondiale: quello di Cannes.

Per la sua sessantesima edizione la rassegna propone un programma (come sempre) davvero molto interessante.

Partiamo dalla sezione principale: i film in concorso, dove (che strano…) non sono presenti opere italiane. Il gran cerimoniere del festival sarà Wong Kar-wai, protagonista della serata d’apertura con il suo ultimo lavoro: "My Blueberry Nights", primo film girato in inglese dal regista hongkonghese, che annovera tra i suoi interpreti la debuttante Norah Jones, oltre che Jude Law, Tim Roth, Natalie Portman e Rachel Weisz.

Gli altri registi, che comporranno il resto della sezione in concorso, non sono da meno, partiamo dagli americani (nazione più rappresentata al festival): David Fincher con l’attesissimo "Zodiac", che vedremo da venerdì in sala, i fratelli Coen con "No Country for Old Men", Gus Van Sant con "Paranoid Park" e Quentin Tarantino con "Death Proof", prima parte di Grindhouse. Importanti anche i film asiatici: innanzitutto "Breath" di Kim Ki-duk, ma anche "Yasamin Kisinda" di Fatih Akin.

Naturalmente non potevano mancare anche grandi nomi europei, e non poteva mancare, soprattutto, il due volte palma d’oro Emir Kusturica, che presenta "Promise Me This"; i più attesi film europei verranno però dalla Russia: "Alexandra" di Alexander Sokurov e "The Banishment", secondo film di Andrey Zvyagintsev, regista che aveva esordito con "Il ritorno" vincendo a Venezia un Leone d’oro.

Anche fuori concorso ci saranno proiezioni di altissimo livello: partendo da "Sicko", ultimo documentario di Michael Moore, poi "Go Go Tales" di Abel Ferrara, "Boarding Gate" di Olivier Assayas, "A Mighty Heart" di Michael Winterbottom e "L’age de tenebres" di Denys Arcand. Nelle sezioi collaterali troviamo anche il "nostro" Ermanno Olmi con "Centochiodi" e Daniele Luchetti con "Mio fratello è figlio unico", oltre al film collettivo "To Each His Own Cinema", diviso in 35 mini-episodi, girati da 35 grandi registi per omaggiare il Festival.

A chi avrà la fortuna di andarci e a chi lo seguirà (come noi) in televisione, auguriamo a tutti un grande Festival di Cannes…

Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: