"Grindhouse-Death Proof": un quarto di B-Movie e tre quarti di Tarantino juice.

death proofTralasciando tutta l’esaltazione e il divertimento che ho provato nel vedere “A Prova Di Morte”, partirò con lo spiegarvi il titolo del film. A prova di morte è la macchina corazzata del “cattivo” di questo gioiello di puro condensato Tarantiniano. Ma è a prova di morte solo per chi siede al posto conducente, cioè l’incredibile Stuntman Mike, interpretato da un grande Kurt Russell.
Molto probabilmente tutti sanno già cosa si intende per progetto “Grindhouse” (e chi non lo sa vada a leggersi un nostro vecchio post che spiega tutto alla perfezione) e quindi tutti sanno che questo film è un omaggio ai film di “serie b” che Tarantino tanto ama. Questo particolare è da tenere a mente perché ogni difetto e ogni banalità presente nel film diventa quasi in automatico un pregio. Uno di questi falsi difetti è il bianco e nero improvviso che occupa un buon 10 minuti di film. Fattaccio che sicuramente colpiva le bettole che proiettavano i “filmacci” di cui sopra e che viene usato in maniera eccelsa. Sostanzialmente il bianco e nero prende i primi minuti di una nuova ambientazione, di cui ci sono sconosciuti dettagli e colori. Nel momento in cui tutto riprende colore c’è un vero e proprio spiazzo visivo che colpisce molto. Io sinceramente mi immaginavo tutto di tinte diverse.
Parlando di vicenda vi dico che si parla di un maniaco che va in giro ad ammazzare delle belle ragazze con la sua auto da stunt “a prova di morte”, appunto. Una storia blanda, direte voi. Certo, vi rispondo io. Ma conditela con tutto quello che vi aspettereste dal buon Quentin: dialoghi incredibili, tante autocitazioni messe apposta per far impazzire i fan (sono impazzito), qualche riferimento ad altri film o serie (dare del cieco a qualcuno chiamandolo Zatoichi è geniale), particolare attenzione a cocktails o bevande alcoliche e tutte quelle continue chicche che nel bene o nel male spiazzano sempre lo spettatore.
Tra le tante attrici che con la loro presenza e i loro dialoghi allucinati danno sostanza al film vi rammendo Rosario Dawson, Vanessa Ferlito (imperdibile la sua lap dance) e Zoe Bell, la controfigura di Uma Thurman.
Alla fine c’è da dire però una cosa, questo film vale molto ma molto di più per chi ama e conosce il regista. Questo Tarantino l’ha anche capito e ci macina sopra, ma come dargli torto. Se (come me) siete amanti del genietto, allora aggiungete pure mezzo punto in più al voto. Era da tempo che due ore di film non volavano via così piacevolmente veloci.
Ultime due cose: se esiste davvero un film dal titolo “Zozza Mary Pazzo Gary” e lo conoscete vi prego di farmelo sapere al più presto; tra le canzoni della bellissima colonna sonora c’è anche il tema principale di "Italia a mano armata", un vecchio polizziottesco italiano del 1976.

Para
Voto Para: 3/4

(BREVISSIMO) COMMENTO DI CHIMY

Confermo il commento del caro Para… in particolare l’aggettivo "imperdibile" per la lap dance di Vanessa Ferlito…:)
Tarantino è riuscito a fare un buon omaggio non ad un singolo film, o ad un singolo filone, ma ad un intero modo di fare cinema.
Sequenze esaltanti, in particolare, sono i "finti" errori di regia: salti di pellicola, sovrapposizioni e ripetizioni sonore, bianco e nero… soprattutto nella prima parte (a mio parere migliore della seconda).
Volevo segnalare in particolare uno di questi errori: uno zoom che vuole inquadrare più da vicino Jungle Julia, ma il cameraman "sbaglia" e schiaccia per un mezzo secondo lo zoom indietro invece dello zoom avanti… Da sballo cinefilo…

Voto Chimy: 3 / 4
Lascia un commento

19 commenti

  1. Rettifico subito, “Zozza Mary Pazzo Gary” esiste. Ignoranza Mia.
    Vi riporto ciò che dice Morandini dandogli un bel 2 e mezzo.
    “Un film di John Hough. Con Peter Fonda, Susan George, Adam Roarke, Kenneth Tobey, Eugene Daniels. Genere Avventura, colore, 93 minuti. Produzione USA 1974.
    Gary vorrebbe dimostrare di essere un bravo corridore in auto, ma si lascia coinvolgere in una rapina con sequestro. Nella fuga conosce Mary, una ladruncola svitata. Dal romanzo The Chase di Richard Unekis questa ballata sul gangsterismo giovanile moderno allegra e cinicamente spensierata. Con rocamboleschi inseguimenti e catastrofici scontri garantisce lo spettacolo.”

    Rispondi
  2. anonimo

     /  2 giugno 2007

    Quindi mi consigli di andare a vederlo solo o in compagnia di una tipa per il primo appuntamento che dovremmo avere domani sera.?.
    Io però per l’ appuntamento mi sento un pò teso e non so se andando a vedere un film riuscirei a conoscerla abbastanza…
    In fondo ho quasi trent’ anni e quelli della rivista “Single” spingono perchè mi sposi al piu presto…
    Non so che fare…mi dia qualche consiglio lei che vive nel mondo del cinema e di sicuro ci saprà fare con le donne…
    P.S. Cinema e garofani? O meglio dei cioccolatini a forma di strega?
    P.S.2 La ragazza con cui dovrei uscire e Rumena o Polacca e non palrla il benchè minimo Italiano…
    Sa mica in quale sala danno le cuffie con la traduzione audio per immigrati?
    P.S.3.E se lo scarico ela porto a casa mia a vederlo? Dice che mi prende per un mortaccione?
    E che ho appena comprato il divano nuovo dilazionanandolo in favolose 24 rate a tasso zero e non vorrei perdere l’ occasione di farci sedere su qualcuno visto che i miei amici l’ ultima volta che li ho visti mi han rubato tutti i soldi per comprare il divano nuovo….

    La saluto egradirei risposte repentine e nuove notizie sui favolosi anni sessanta…
    Cmq Grandi Grindhouse appena C’è UN LORO COCERTO ME LO DICA CHE magari ci si va anche insieme….
    IL CASA

    Rispondi
  3. anonimo

     /  3 giugno 2007

    Già avevo una voglia balorda di andare a vederlo, ora che ho letto la tua recensione (alle 3 e 20 di notte? ebbene sì…), mi vien voglia di uscire ora… maledetti cinema che non fanno spettacoli alle 4 del mattino… Mi risarcirò guardando LeBron James e fantasticando su un mio coinvolgimento in una love story a 5…

    Legolas

    Rispondi
  4. anonimo

     /  3 giugno 2007

    Ciao, volevo invitarti ad iscriverti su http://www.ilrifugiodeimoai.it , lì potrai scirvere articoli e partecipare ai forum, ci farebbe molto piacere! ciao

    Rispondi
  5. Egregio Sig. Casagrande rispondo ai suoi post scriptum con grande ed idillico ludibrio.
    PS1: direi dei cioccolatini al garofano fatti da una strega a forma di pene. A forma di pene intendo sia la strega che i cioccolatini.
    PS2: Le cuffie con traduzione audio le danno ad Udine, Teatro Nuovo, in Via Trento 4. Però alcune traduttrici sono pessime. MIIIIIIIIRAAAAAAAA…….AAAAAAL COOOOLLLLLLOOOOOO
    PS3: Se il film è ancora al cinema e lo scarichi si sente l’audio a cattedrale. Consiglio di attendere la fine di un noto film in fase di produzione e farglielo vedere appena è finito. Intanto parlane a lei come il più grande film della storia del cinema. Non so se hai presente, parla di due cretini, un vecchio, un cappello e una foto in formato gigante.
    Maledetti i tuoi amici. Ti consiglio di comprare i soldi che ti hanno rubato dilazionandoli in comode 24 rate ad interesse 30%, TAEG 1,25 e TAG 2.000.000. Però pensa che bello, ovunque vai al giorno d’oggi puoi essere vittima di un amico di famiglia. Anche, e soprattutto, al supermercato. Questo nei favolosi anni sessanta non succedeva mica.
    Ecco, ho anche una news dai magnifici anni sessanta, tieniti forte: una futura professoressa di italiano prova dell’LSD. Visioni mistiche di Montale, Leopardi, Machiavelli e Ariosto la assalgono e il suo futuro di professoressa di italiano è segnato per sempre.

    I Grindhouse si sono sciolti dopo il loro primo singolo: “I Magnifici Anni Sessanta”. Ora ci sono i Grind, tornati con una versione acustica de “I Magnifici Anni Sessanta”, e gli House, che lanciano la nuova hit “I Nostri Anni Sessanta Sono Più Magnifici”.

    La saluto agitando nervosamente le mie due dita medie.
    Ci si vede tra due bolle di sapone.
    Bella Casa!
    Para

    Rispondi
  6. Bravo Legolas, vai a vedere il film così poi possiamo perdere intere giornate a trovare le citazioni che ci sono. E cominceremo così a fantasticare di avere una relazione con Tarantino.
    Attendo quel giorno Legolas, lo attendo.
    Para

    Rispondi
  7. Esponente dei Moai ti ringraziamo per la segnalazione. Magari un salto nel vostro rifugio ce lo facciamo davvero.
    Grazie ancora.

    Rispondi
  8. anonimo

     /  6 giugno 2007

    Questo commento è più o meno fuori contesto, ma credo che questo sia il post migliore in cui lasciarlo…
    Per chi non lo sapesse è accaduto ciò: tale Quentin Tarantino si “è permesso” di insultare il cinema italiano, definendolo indegno…
    A rispondergli è stato tale Vanzina…
    Per dargli ragione c’erano modi ben migliori….

    Legolas

    Rispondi
  9. x fortuna, inizialmente, gli ha risposto Bellocchio…almeno la discussione aveva un minimo di senso e di dignità…
    Di Vanzina, non sapevo… Credo che non abbia capito che le accuse di Tarantino non potevano rivolgersi a lui (almeno che Quentin non volesse fargli un complimento), dato che ritenere “indegno” il cinema di Vanzina è davvero un elogio enorme…
    Se conosci ulteriori sviluppi, facci sapere

    Chimy

    Rispondi
  10. anonimo

     /  6 giugno 2007

    Da quel che so gli ha risposto anche Sophia Loren… Gli ha detto che non conosce nemmeno il cinema americano, figurarsi quello italiano…
    Come tirarsi la zappa sui piedi…

    Legolas

    Rispondi
  11. anonimo

     /  8 giugno 2007

    ma è tanto splatter sto film?!se no nn lo guardo…indovinate ki sono…

    Rispondi
  12. anonimo

     /  8 giugno 2007

    Panty è inutile che ti celi, tanto gli insulti te li becchi lo stesso…

    Legolas

    Rispondi
  13. Per me promosso. (partendo da basse aspettative…)

    Rispondi
  14. Promosso anche per me a pieni voti, se non si era capito.
    Grazie per il commento Chin8.
    Saluti.
    Para.

    Rispondi
  15. anch’io devo dire che non partivo da altissime aspettative… ma il film effettivamente è un bell’omaggio, anche, a tratti, molto divertente….
    Promosso (anche da parte mia)

    Chimy

    Rispondi
  16. anonimo

     /  14 giugno 2007

    Mamma mia Tarantino… l’unica cosa che potrei dire di non positivo su questo film è il secondo epsiodio tirato un pochino per le lunghe per i miei gusti (quelli di Tarantino sono meglio…); ricordando che questo film doveva durare comunque mezz’ora in meno…
    Lo sguardo in macchina con sorriso di Kurt Russel merita l’Oscar…
    Geniale il passaggio in bianco e nero che poi sboccia in un delirio inimmaginabile di colori da pugno negli occhi…
    Sono sublimato…

    Legolas

    Rispondi
  17. Bravo Legolas. Qua la mia posizione su questo film la sapete tutti perciò non mi dilungo.
    Kurt Russell che guarda in macchina e sorride è, come dici tu, un momento altissimo.
    Sublimiamoci insieme. Sublimiamoci fino a negare ogni altro piacere della vita se non Kurt Russell che sorride in macchina. Lo voglio come sfondo del desktop.
    E voglio anche la lap dance della Ferlito dal vivo. Direi che questo lo voglio decisamente di più.
    Bella!
    Para

    Rispondi
  18. anonimo

     /  16 giugno 2007

    Ehi…anke io ho visto il film!Sono stata costretta a chiudere gli occhi sulla scena dello spappolamento generale nell’incidente (insultatemi pure), ma nonostante lo splatter gran gran gran film…
    Panty

    Rispondi
  19. Brava (?) Panty, ogni tanto un commento serio (?) lo lasci anche tu.
    Siam tutti felici che ti sia piaciuto però la scena in cui hai chiuso gli occhi non è tutto sto spappolamento. Perfettamente guardabile.
    Alla fine qualcosa di sbagliato la fai sempre. Irrecuperabile.
    Saluti.
    Para

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: