Premi ufficiali della Mostra e considerazioni…

Mi trovo abbastanza d’accordo sulla lista dei film premiati dalla giuria di Venezia ’64, anche se li avrei messi in ordine diverso.Ci sono, però, due fatti che mi hanno lasciato abbastanza deluso.
Il Leone d’oro è andato (a sorpresa) a "Lust, Caution" di Ang Lee che, comunque, era un film decisamente meritevole anche se nettamente inferiore ad "I’m not there" di Todd Haynes.
Il Leone d’argento per la migliore regia è andato a Brian De Palma e anche questo, come avevo scritto ieri, è un premio che ci può stare tranquillamente. Il modo in cui è stato girato è, infatti, il punto di forte di "Redacted".
Questi due premi più importanti io li avrei dati a Haynes e Kechiche che si sono dovuti accontentare di un ex-aequo premio della giuria. E’ apparso molto soddisfatto, comunque, il regista del film migliore della Mostra, molto meno l’autore de "Le graine et le mulet" che, salito sul palco, ha detto di aver vinto "un premio minore".
Naturalmente non concordo minimamente per un riconoscimento dato a "12", ma era un premio inventato e di poco conto per l’insieme dell’opera quindi non me la sono presa più di tanto.
Sono rimasto, invece, abbastanza allibito per la Coppa Volpi come miglior attore a Brad Pitt. Il suo film è uno dei pochi del concorso che non ho visto, ma con le grandi interpretazioni della rassegna(T.Leung, M.Freeman, T.L.Jones, M.Caine) mi sembra strano che Pitt abbia fatto di meglio.
La Coppa Volpi alla miglior attrice se non fosse andata a Cate Blanchett avremmo distrutto il palazzo del cinema. Quindi tutto ok…
Miglior sceneggiatura a "It’s a free world" di Ken Loach mi ha fatto molto piacere perchè era un film che meritava un premio assolutamente.
Ma perchè la miglior fotografia ancora a "Lust, Caution"? Non bastava dargli il Leone d’oro dato che solitamente i premi vengono divisi per ogni film?
"Nightwatching" di Peter Greenaway ha una fotografia tra le migliori viste negli ultimi anni, inoltre era un film molto meritevole (forse il migliore dopo "I’m Not There"). Il vero scandalo della premiazione è che sia rimasto senza alcun riconoscimento.
L’altro importante bocciato (questa volta giustamente) è stato Paul Haggis dato tra i favoriti alla vigilia.
Alla fine, comunque, il vero Leone della Mostra è stato Tim Burton, che ha cercato di accontentare tutti i fan con foto e autografi (a differenza di molti altri), e che si appresta a regalarci un altro grandissimo film con "Sweeney Todd" in uscita tra dicembre e gennaio.

Chimy

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

12 commenti

  1. Edooo

     /  9 settembre 2007

    Sì anche a me pare strano non abbiano dato niente a Haggis (io non ho visto nessuno film di venezia quindi sono considerazioni un po’ così) mentre Greenaway è Greenaway,è già tanto che sia stato apprezzato. Un mio amico crede che il fatto che sia piaciuto possa dipendere da 2 cose: il film fa schifo, oppure il mondo sta finendo! Contento per I’m not there che vado a vedere stasera..
    ciao

    Rispondi
  2. Eh eh… Greenaway fa sempre discutere molto… Io non ho visto tantissimo di suo, però questo “Nightwatching” è davvero notevole. Soprattutto dal punto di vista visivo…
    Nei prossimi giorni posterò una recensione più lunga di “I’m not there”… aspetto un tuo commento e spero che lo amerai anche tu come me..
    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  3. io Nightwatching lo aspetto con ansia!
    hai ragione, due premi allo stesso film sono forse eccessivi ^^
    mi dispiace assai che lo zio peter non possa ricevere un premio, io tifavo per lui 😦

    Rispondi
  4. “Nightwatching” non ti deluderà assolutamente…
    Aspetto anch’io l’uscita in sala per una seconda, necessaria visione..
    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  5. anch’io tifavo Haynes, soprattutto perchè secondo me non era meritato nemmeno il Leone 2 anni fa ad Ang Lee.

    Rispondi
  6. Ciao Delirio,
    avevo visto che gli “spietati” l’avevano scelto come miglior film della Mostra… i commenti al lido su “The assassination of Jesse James..” erano molto meno positivi. Cmq lo recupererò in sala sicuramente a questo punto (purtroppo in un festival vedere tt i film è quasi impossibile).

    Il film di Haynes è stato veramente una mazzata per tt gli altri film che puntavano ad essere il migliore della rassegna. Non c’era storia con nessuno (x la giuria evidentemente non era così)…
    Cmq quello di Ang Lee è un buon film, non è uno scandalo che abbia vinto…certo che rispetto al meraviglioso “I’m not there”…

    Chimy

    Rispondi
  7. Dopo i voti che hanno dato a “Io non sono qui” dagli spietati non voglio più leggere niente…Parlano soltanto di “buon film”; addirittura c’è anche una sufficienza..SOLO???

    http://www.spietati.it/archivio/recensioni/rece-2007-2008/i/io_non_sono_qui.htm

    Chimy

    Rispondi
  8. Beh, non è che il Premio della Giuria sia un premio da buttare..Ai Festival solitamente si deve fare compromesso, e visto che chi vince il leone non può vincere anche la Coppa Volpi probabile sia che abbiano dato alla Blanchett premiandola perchè altrimenti come dici te ci sarebbe stato uno scandalo e hanno perciò dovuto sacrificare il film, dandogli però il premio della Giuria.
    A me Lust Caution mi è piaciuto molto e lo trovo un leone cmq meritato.
    Contento per DePalma(non l ho visto..ma lo amo!).Insoddisfatto per Pitt:Casey Affleck era molto meglio se si voleva a tutti i costi dare un premio al film.

    Rispondi
  9. Anche secondo me “Lust, Caution” è un film bello e meritevole… l’unica cosa è che c’era “Io non sono qui” che secondo me gli è decisamente superiore.
    Il tuo discorso dei compromessi è giustissimo, però viene applicato solo in teoria e nn in pratica… quest’anno hanno trasgredito alle regole in un paio di situazioni.. Ma pensa anche alla Mostra 2004:”Il segreto di Vera Drake”, leone d’oro e coppa volpi a Imelda Staunton.. è quello che avrei voluto anche quest’anno. Poi come dici il premio della giuria nn è da buttar via, solo che se si merita il Leone….
    Il film su Jesse James l’ho perso, quindi nn voglio esprimermi troppo sul premio a Pitt… certo che c’erano delle interpretazioni (anche Tony Leung davvero immenso)…
    Grazie della visita, a presto

    Chimy

    Rispondi
  10. No no, questa regola è in vigore dal 2005 mi sembra per cui VERA DRAKE resta fuori dai giochi (regola patetica trovo).Per me sono due film belli entrambi anche se quello di Haynes essendo meno “classico” sconvolge e ti prende di più.
    Circa le regole infrante quest’anno è vero, ma sull’accoppaita leone-attrice il cda non avrebbe dato l’ok.
    In un’intervista Ozpeteck ha detto che 5 su 7 hanno votato Lee mentre 2 su 7 il film tunisino.

    Rispondi
  11. Ah..non sapevo che fosse in vigore solo dal 2005 (pardon..). Allora capisco e accetto di più…
    L’intervista a Ozpetek l’avevo sentita anch’io…anche il tunisino cmq è un film di buon livello. L’hai visto?

    Chimy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: