"La Terza Madre": Mater Lacrimarum? No, Mater Mer……

Prima domanda: Dario Argento si è per caso rivisto “Suspiria” e “Inferno” prima di pensare a questo immane “La Terza Madre”?
Risposta: no, dato che la madre più malvagia è diventata Mater Lacrimarum.
Seconda domanda: Dario Argento si rende conto che sua figlia non è capace di recitare e nemmeno di doppiarsi?
Risposta: no, ma è sua figlia e non vuole che faccia i capricci e gli pesti i piedi.
Terza domanda: Dario Argento si è reso conto che la forza di “Suspiria”, e in parte di “Inferno”, era la lodevole messa in scena di scenografie ed illuminazione, condite da una musica d’effetto?
Risposta: no, dato che qui non c’è niente di tutto questo. Ma proprio niente.
“La Terza Madre” è un film che è un continuo sovrapporsi di difetti e bassezze, ogni tanto intervallate da qualche buona scena splatter e da un paio di momenti di spavento. Ma non bastano per perdonare tutte le altre scelte, sia di sceneggiatura che di regia, totalmente orribili. Soprattutto è impossibile perdonare la presenza di Asia Argento, capace di rovinare qualsiasi scena o sequenza in cui appare, e dato che è la protagonista assoluta del film fatevi voi i vostri conti. Inespressività che a volte sfocia nel ridicolo e un doppiaggio pietoso che a volte sembra pure fuori sincrono, sono la principale fonte di irritazione durante la visione della pellicola.
Nel film viene narrata la lotta di Sarah Mandy, dotata di leggeri poteri paranormali in quanto figlia di una strega bianca uccisa da Mater Sospiriorum a Friburgo (in “Suspiria”, comunque, non c’è niente che riguardi l’accaduto), contro Mater Lacrimarum, che si risveglia a causa del ritrovamento in un cimitero della tunica e dei talismani che nascondono il suo potere. La dimora della madre è una casa abbandonata con un passaggio segreto che porta alle catacombe romane, luogo dove esercita i suoi poteri, che sono quelli di indurre tutti alla pazzia e all’omicidio. Tra i personaggi si aggiunge un esorcista, un’altra strega bianca, un ispettore di polizia, un alchimista e altre macchiette del genere più o meno horror esoterico.
Il finale è qualcosa di quanto mai imbarazzante, e gli ultimi cinque secondi del film sono un vero e proprio insulto che può portarvi a due reazioni: o vi irritate a dismisura, oppure accettate tutto il film come una commedia di serie z in cui siete stati insultati per tutta la visione e dunque dovreste sentirvi degli emeriti stupidi. Esatto, entrambe le reazioni non sono positive.
Gli effetti speciali poi sono pessimi, e pessima è l’idea di usare l’effetto “fantasmino in trasparenza” per realizzare, appunto, il fantasma della madre della protagonista.
Potrei continuare ad elencare difetti ancora per molto, ve lo assicuro, ma sarebbe un’inutile perdita di tempo. E non vi consiglio nemmeno di evitare il film, andate anzi a vederlo giusto per rendervi conto di come si possa chiudere una trilogia partita in quarta trent’anni fa e finita oggi col motore scassato, le gomme scoppiate, i vetri infranti e la carrozzeria accartocciata.
Para
Voto Para: 1,5/4
Annunci
Lascia un commento

21 commenti

  1. Eh pare proprio che sia una gran merdata questo film…
    vabbè io dei tre vidi solo Suspiria, ma nn è che ne abbia grandi ricordi..

    Rispondi
  2. Ciao Trinity.
    “Suspiria” dei tre è l’unico che mi sia piaciuto, e se ti dovesse passare per la testa riguardalo pure.
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  3. Ehm… i complimenti erano per l’avatar precedente, ma non vi ha soddisfatto. Comunque anche questo (Dal Settimo sigillo?) non è male. Inquietante. Para, hai dato 1,5 alla Terza madre. Quindi proprio una schifezza!

    Rispondi
  4. anonimo

     /  2 novembre 2007

    e così mentre io mi sto ancora procurando suspiria e inferno voi mi dite (foste i primi poi) che sta cosa è na merda…domani credo che vedrò tutt’insieme..così almeno questo mi apparirà ancora più merdoso…giusto?
    deneil

    Rispondi
  5. @cinemasema: eh sì, l’avatar precedente non ci aveva molto soddisfatto. Ora proviamo questo, purtroppo ci eravamo affezionati al punto interrogativo. Comunque sì, come per l’header anche l’avatar è dedicato a “Il Settimo Sigillo”. Lo sguardo della morte è senz’altro inquietante.
    Per quanto riguarda “La terza Madre” sì, una grande schifezza. Assolutamente una schifezza.

    @deniel: se domani ti guardi tutto di fila non farai altro che odiare questo film e amare “Suspiria”. Su “Inferno” ci sono pareri discordanti, quindi facci sapere cosa ne pensi di tutti e tre.

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  6. hahahah
    eviterò con una cura estrema!
    (che poi asia argento rovinerà pure tutte le sequenze, questo non lo metto in dubbio, però…… si è capito no? 🙂 )
    (in tutti i casi piuttosto che andare a vedere un film pessimo con asia argento mi sfoglio un bel reportage fotografico ^^)

    Rispondi
  7. Sì honeyboy, sì è capito e concordo pienamente, meglio le sue foto di max, gq, ecc ecc che ogni suo film, in particolare questo film. Ah, giusto per la cronaca, c’è anche una sua ovvia scena di nudo.
    C’è il nudo anche della Moran Atias, la tizia che interpreta la terza madre. Niente male direi.
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  8. dicono che il film di terry george possa puntare all’oscar…

    ps -è uscito il nostro ultimo numero – che è online…

    a presto, ciao

    Rispondi
  9. Che bellezza… un film riuscito, si direbbe! he he… ciao, a presto…

    Rispondi
  10. eh eh…non avevo dubbi!^^
    Cmq lo vedrò lo stesso…cosa non si fa in nome dell’obiettività!;)

    Rispondi
  11. Beh, come temevo Argento non si è ripreso neppure stavolta. 😦

    Ormai il suo declino pare essere proprio inarrestabile… Mi consolerò con i suoi classici.

    Ma quel che tuttora non riesco a capire è perché mai la sua insipida figliola sia diventata piuttosto famosa in mezzo mondo… Mah…

    Ma tornando a monte, almeno Moran Athias me la salvate? 🙂

    Si scherza, giusto per non deprimersi troppo pensando alla deriva argentiana.

    Ciao,
    Mr. Hamlin

    Rispondi
  12. @pickpocket83: riuscitissimo. 🙂

    @cinedelia: guardalo guardalo, così poi ne parliam male tutti insieme. 🙂

    @hamlin: Moran Atias te la salviamo senza problemi. Del resto si salva solo Moran Atias.
    Su come abbia fatto Asia Argento a diventare famosa un paio di motivi io li suppongo, ma non li pubblico in questa sede. 🙂 Di certo non per le sue qualità attoriali, quello è scontato.

    Saluti a tutti.
    Para

    Rispondi
  13. Io il film nn l’ho visto e dopo la positivissima recensione di Para non credo proprio di andare a vederlo…
    Cmq mi sento lo stesso di salvare completamente Moran Atias ^^
    Non ho dubbi a riguardo….:)

    Saluti a tutti

    Chimy

    Rispondi
  14. Ok, appurato che salviamo la Atias, resta il mistero asietta… Capisco (e in parte condivido) la tesi accennata poco sopra, ma da sola basta ad imporla (ed evidentemente farla apprezzare) al pubblico generalista internazionale? Secondo me c’è dell’altro, anche se non so bene cosa….

    Ciao,
    Mr. Hamlin

    Rispondi
  15. Dio mio…ero pronto al peggio, ma non pensavo così…

    Rispondi
  16. @hamlin: forse un sortilegio di una delle tre madri l’ha aiutata. 🙂

    @cinedelia: benvenuto nel club Filippo. Uno schifo simile era obiettivamente difficile prevederlo. Se non c’erano un paio di scene passabili per me era anche 1 su 4, e se guardi la nostra legenda significherebbe ABOMINEVOLE. 🙂

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  17. AHAHAHAHAH!!

    Rispondi
  18. Eh eh…direi che la tua foto è molto esaustiva (io il film nn l’ho visto…mi basta quest’immagine ^^)
    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  19. Iggy, quella foto riassume molto bene il livello qualitativo della recitazione di Asia Argento.
    Grazie per aver reso tutti partecipi di questo scempio. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  20. anonimo

     /  8 novembre 2007

    Concordo in pieno, asia argento è assolutamente incapace di una recitazione degna di questo nome.
    Credo che la sceneggiatura de La terza madre sia interessante e che il film sarebbe potuto essere molto bello. Peccato per la recitazione di Asia, per gli inutili momenti splatter e per alcuni effetti speciali di dubbio gusto, come la Mater lacrimarum trafitta dal pilastro della casa che crolla, scena degna del peggior film catastrofista americano.
    Giacomo

    Rispondi
  21. Ciao Giacomo, benvenuto su Cineroom.
    Guarda, secondo me la sceneggiatura è, come dire, troppo pasticciata, nel senso che è un pastiche di tutte le convenzioni più meno assodate di tutti i generi che si avvicinano all’horror.
    Su recitazione e su effetti speciali non si può dire niente se non che sono pietosi. Sul finale direi che è estremamente stupido (oltre che fatto male) farlo finire così. In “Suspiria” e “Inferno” le madri morivano bruciate in un incendio, e ci stava, dato che il fuoco purificatore è accettabile. Ma che la terza madre muoia trafitta da un palo (ambiguo doppio senso ^^ ) è davvero stupido. Su quello che succede poi stendiamo un velo pietoso, l’attraversata nella merda/fango piena di scheletri che dura per qualche minuto, e soprattutto quello che accade quando escono dal tombino (a proposito, ma all’ispettore non gli avevano quasi trafitto il costato?) è da mettersi le mani dei capelli. Mi fermo altrimenti mi arrabbio.
    Saluti.
    Para

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: