Top 10 2007 di Chimy: il profeta in vetta…

1) La promessa dell’assassino di David Cronenberg

2) Io non sono qui di Todd Haynes

3) Lettere da Iwo Jima di Clint Eastwood

4) Soffio di Kim Ki-Duk

5) INLAND EMPIRE di David Lynch

6) Ratatouille di Brad Bird

7) Daratt di Mahamat-Saleh Haroun

8) 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni di Cristian Mungiu

9)L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford di Andrew Dominik

10) Il grande capo di Lars von Trier


Ebbene sì, David Cronenberg si è guadagnato la prima posizione per aver fatto un film monumentale, girato perfettamente, dimostrando così di essere ancora uno dei più grandi registi del cinema contemporaneo. Quasi alla pari sono, però, gli altri due film del podio: le grandissime opere di Haynes e di Clint. Sotto troviamo i bellissimi "Soffio", "Ratatouille" e la grande sorpresa dell’anno "Daratt".
Nelle ultime tre posizioni i notevolissimi film di Mungiu, Dominik e von Trier (i tre che hanno tolto dalla classifica tutti gli altri bei film visti quest’anno).
L’inclassificabile, ingiudicabile, grande "INLAND EMPIRE" è semplicemente al centro di una classifica in cui poteva occupare qualsiasi posizione.
In attesa dell’attesissima top 10 di Para,auguro a tutti gli amici di cineroom un felicissimo 2008… soprattutto dal punto di vista cinematografico ^^


Chimy

Lascia un commento

75 commenti

  1. bè alla fine gli unici due che non ho messo nella mia sono quelli che non ho visto
    il grande capo l’avrei messo in top 10 solo senza voce off 😀
    Soffio molto in alto, film stupendo ma forse non strettamente indispensabile, forse
    l’esclusione di “le vite degli altri” metirebbe un bel buuuu he he
    buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

    Rispondi
  2. “Le vite degli altri” sarebbe subito dietro… secondo me gli ultimi tre della top 10 gli sono superiori (anche se di pochissimo). I primi 7 neanche a parlarne…. ^^

    Eh eh, devo chiamare Lars e dirgli di non mettere più la voce fuori campo così può entrare anche nella tua top 10 ^^

    Ciao Dome

    Chimy

    Rispondi
  3. Mi aggiungo ai cori di buuuuuuuuuuuuuuh di Honeyboy per l’esclusione de LE VITE DEGLI ALTRI!!!!!^^
    Stupito per Von Trier (adorato!, ma nn pensavo di vederlo in classifica!^^).Io LETTERS ancora non l ho visto invece..A sorpresa hai invece pochi film in comune con me!Classifica che pubblicherò tra oggi e domani!

    Rispondi
  4. 6 su 10 con me, 60 per cento di affinità..non male.
    mi ha stupito il tuo primo posto e il tuo quinto posto.

    Buuuuu anche da qui per Le vite degli altri…..!!

    Rispondi
  5. Strano che ne abbiamo pochi in comune dato che di solito abbiamo gusti molto simili.
    “Le vite degli altri” è un buonissimo film (intendiamoci),ma secondo me è un pò troppo “piacione”. Si vuol fare piacere a tutti i costi, cercando (troppo) di commuovere nel finale.
    Potevo metterlo agli ultimi posti (anche se non è sicuro), ma visto che immaginavo che tt l’avreste messo molto in alto ho deciso di toglierlo.
    “Il grande capo” è un film troppo intelligente per non metterlo.
    Clint devi recuperarlo…

    Attendo la tua classifica con ansia

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  6. Ah ah…ok i buu x “Le vite degli altri” sono fissi ormai.

    In che senso ti ha stupito il primo e il quinto posto?

    Cronenberg sai che a me ha esaltato tantissimo… INLAND EMPIRE ho scritto che poteva stare dovunque (anche al primissimo posto), ma secondo me è un’opera che (personalmente) per valutarla fino in fondo ha bisogno di anni e plurime visioni (sono a 3 ^^).

    Ciao Delirio, attendo la tua

    Chimy

    Rispondi
  7. su Le vite degli altri capisco le pavlovazioni che ti hanno spinto a metterlo fuori, ma se le riconosci ed accetti è un film perfetto. (per me ovvio)

    Non pensavo che David t’avesse colpito fino a questo punto. SU IE anch’io sono a tre e ti dò ragione, impossibile o quasi classificarlo, anche nella mia vaga parecchio…^^

    ciao.

    Rispondi
  8. Concordo che se le si accettano è un film perfetto; però a me le cose citate hanno un pò dato fastidio…

    Cronenberg mi è rimasto dento, però il podio è quasi alla pari… fino a poche settimane fa pensavo a Clint primo ^^
    Su IE concordiamo in pieno allora ^^… al di là della classifica.

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  9. anche su Clint primo avrei concordato….. Indimenticabile il suo capolavoro.

    Rispondi
  10. io ne avrei fatti 5 o 6 di miei a pari merito. un delirio. in effetti a volte le posizioni sono talmente vicine che è un peccato classificare.

    Rispondi
  11. Eh sì, hai ragione… è un peccato classificare film che si sfiorano per importanza e bellezza.
    Clint è assolutamente indimenticabile… Un’opera magnifica (tanto x cambiare tra l’altro ^^… Ormai Clint non riesce più a non fare grandi film ^^).

    Non vedo l’ora di vedere la tua delirante classifica ^^

    Chimy

    Rispondi
  12. Edooo

     /  29 dicembre 2007

    Mi manca Daratt e anche Jesse James infatti sto aspettando di vederlo per pubblicare la mia classifica un po’ sperando che sia un filmone un po’ sperando di no se no mi stravolge la classifica! ^^ INLAND EMPIRE per me è n.c. non riuscirei a classificarlo! E fuori dalla mia mi sa che c’è pure Clint…

    Rispondi
  13. Edooo

     /  29 dicembre 2007

    Ah…auguri!

    Rispondi
  14. Guarda JJ ha rubato il posto ad uno dei tuoi preferiti: “L’arte del sogno” ^^.
    IE è assolutamente inclassificabile, per quello l’ho messo in mezzo ^^
    Mi spiace per Clint, a me è piaciuto moltissimo…

    Attendo la tua classifica allora

    Ciao e tanti auguri anche a te

    Chimy

    Rispondi
  15. Per come l ho vissuto io, LE VITE DEGLI ALTRI è tutto fuorchè piacione: attraverso un contesto difficile in cui scegliere non era contemplato, un uomo solo vivendo le vite degli altri capisce quanto non abbia mai in realtà vissuto la propria di vita. Ecco il significato immenso di quel finale racchiuso in quelle due starordinarie parole, NO, E’ SOLO PER ME.
    Mi sa mi noleggerò Clint per vedere se quel posto che ora è vacante lo può riempire!

    Rispondi
  16. Sono d’accordo sulla tua analisi. Infatti il film è molto profondo… solo che secondo me è troppo costruito per commuovere e farsi piacere.

    Questa che ti dico adesso è una frase assurda visto che è un’opera prima (e tt il resto): sembra stato fatto per vincere quell’oscar che poi ha infatti vinto…
    Mi ha lasciato quell’impressione.

    Se vedi “Lettere” fammi sapere

    Chimy

    Rispondi
  17. Accidenti!
    Io non sono qui ancora non l’ho visto quindi mi sa che una classifica definitiva non potrei farla.
    Al momento le mie prime due posizioni sono
    INLAND EMPIRE
    Eastern Promises

    Buon anno ^___*

    Weltall

    Rispondi
  18. addirittura soffio al 4° posto???
    A me non era piaciuto molto..di kiduk avevo preferito di gran lunga ferro 3 e pimavera, autunno… etc etc..
    questo nn mi aveva entusiasmato particolarmente..

    Rispondi
  19. ah dimenticavo… Daratt l’ho perso, mi sarebbe piaciuto vederlo…
    mmm spero di recupoerare, ma ci credo poco..

    Rispondi
  20. @weltall: Dai più meno siamo simili allora (molto contento del secondo posto di Cronenberg ^^). Io non sono qui devi però recuperarlo, ne vale davvero la pena. Auguri anche a te ^^

    @trinity: anch’io ho preferito di gran lunga “Primavera…” e “Ferro3″… ma quelli sono capolavori ^^. Cmq “Soffio” a me ha emozionato moltissimo, forse come nessun altro.
    “Daratt” purtroppo non l’ha visto quasi nessuno… Cerca di recuperarlo (non so se c’è già il dvd..), mi farebbe piacere sentire il parere di qualcun altro sul film.

    Saluti a entrambi

    Chimy

    Rispondi
  21. Purtroppo mi mancano diversi film. Quelli che mi sono piaciuti di più sono anche nella tua classifica (i miei due primi posti sono IE e Io non sono qui). Comunque in realtà non sono ingrado di fare classifiche. Quando forse farò la mia del 2007 i musicisti se ne saranno già andati 😦 Ciao.

    Rispondi
  22. Peccato che non fai la classifica,sarei stato molto curioso di vederla.
    Mi fa piacere, però, che i tuoi preferiti ci siano anche nella mia.
    Mi raccomando quando riesci cerca di recuperare il film di Cronenberg (sempre se non l’hai già fatto).

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  23. ahhaaahahah io saròsincero..non ho visto 9film su 10 della tua classifica..dovrei vergognarm e mentire ma dato che non voglio fare il gradasso lo confermo!non ho visto cronenberg perchè da me alla fine non è arrivato (grrrrrrrrrrrrrrrrrgrrrrrrrrrrrrrrrr!), non ho visto non sono qui, eastwood e jesse james (ma recupero in questi giorni prometto) e non ho visto nemmeno inland empire (molto probabilmente lynch sarà uno dei registi che analizzerò prossimamente anche se mi spaventa un po’ e devo finire qualche ciclo lasciato i sospeso..) e non ho visto daratt che però dalle tue parole mi attira molto!
    dopo aver visto questi film esprimerò anch’io la mia preferenza sia qui che da me..nel frattempo invito anche para a votare..grazie per tutti i bei post che ci regali e auguri di buon anno sinceri!finalmente me ne vo in vacanza domani!ciao!

    Rispondi
  24. Ammazza, 9 su 10 son tanti ^^.
    Devi recuperarli allora…
    Para posterà presto la sua classifica tranquillo.
    Tanti sinceri auguri anche a te di buon anno e di buone vacanze.

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  25. Dopo tante seghe mentali..PUBBLICATA!!!!Fammi sapere cosa ne pensi^^
    Ciao!

    Rispondi
  26. tutti parlano bene di questo “io non sono qui”, dovrò recuperarlo assolutamente…

    Rispondi
  27. @Mr.Davis: arrivo subito ^^

    @dott.Benway: sì è un grandissimo film. DEVI recuperarlo ^^

    Saluti a entrambi

    Chimy

    Rispondi
  28. Io non faccio classifiche ma a occhio e croce la mia sarebbe un pò diversa…

    Ciao e Buon Inizio di 2008!

    Rispondi
  29. Sì, ho letto adesso il tuo post dove spieghi perchè non la fai… scelta che capisco benissimo.
    Peccato però, sono sempre curioso su questi giochini delle classifiche ^^

    Ciao, grazie e buon inizio d’anno anche a te

    Chimy

    Rispondi
  30. anonimo

     /  31 dicembre 2007

    ciao Andre !!!

    bel classificone … alcuni titoli mi mancano ma mi aggiornerò presto!!!
    Approvo totalmente il primo e il secondo posto :).
    Un buon 2008 ..a presto!!
    Erica

    Rispondi
  31. Ciao Erica,
    immaginavo che i primi due posti li avresti approvati ^^
    Fammi sapere quando vedrai i titoli che ti mancano.

    Ciao e buon 2008 anche a te

    Andre

    Rispondi
  32. Beh, 5 su dieci non li ho visti; una buona media no!? ^^
    Condivido assolutamente il primo posto e prometto di recuperare Eastwood al più presto!

    Rispondi
  33. Direi una buona media davvero ^^
    Contentissimo per Cronenberg, su Eastwood ci tengo sul tuo recupero.

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  34. 5 su 10. L’esclusione de “Le vite degli altri” nonché le motivazioni addotte mi hanno mandato in sollucchero. Aborro i film ruffiani.
    Viva la derisoria strafottenza di Lars e il talento devastante di Dominik!!!

    Ciao

    Rispondi
  35. 5 su 10, non male direi ^^
    Mi fa piacere di averti mandato in sollucchero ^^. Odio anch’io i film ruffiani che vogliono farsi piacere da tutti e a tutti i costi…

    Grande Lars che continua a fare il suo cinema senza guardare in faccia nessuno, sbattendosene sia del pubblico che della critica (a differenza di qualcuno citato sopra ^^)

    Ciao, a presto

    Chimy

    Rispondi
  36. Lars è semplicemente un Genio e come tutti i Geni è amato o odiato. Io lo amo tranne qualche caduta di stile ruffiana, alias dancer in the dark e uno della trilogia d’europa che non mi piacque per nulla. DOGVILLE capolavoro assoluto. Un calcio nelle palle senza compromessi.

    Rispondi
  37. Indubbiamente uno dei Geni del cinema moderno.
    Con vergogna ammetto di non aver ancora visto “Dancer in the Dark”: uno dei suoi film che ha diviso di più… alcuni mi dicono che è un capolavoro, altri che è molto deludente… Devo recuperarlo a breve.
    “Dogville” è un film strepitoso: “Un calcio nelle palle senza compromessi”, penso non si possa aggiungere altro, definizione perfetta ^^

    Chimy

    Rispondi
  38. Dancer in the dark mi ha fatto un pò allontanare da Lars, tant’è vero che devo ancora finire di vedere la trilogia europa che ho comprato mesi e mesi fa. Tuttavia devo ammettere che attendo smaniosamente la conclusione della trilogia America.

    Rispondi
  39. Anch’io la attendo smaniosamente… e attendo ancor più smaniosamente un progetto di Lars di fare un film pure-horror intitolato “Antichrist”…

    Speriamo di riuscire a vederli un giorno… come saprai, in questo periodo Lars purtroppo ha problemi che trascendono il cinema e la sua genialità…
    Speriamo ne esca al più presto

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  40. no, non so niente, a parte la sua fobia dell’aereo ecc. che problemi ha??

    Rispondi
  41. von trier no, assolutamente no…

    Rispondi
  42. @delirio: purtroppo è vittima di una crisi depressiva che per il momento non gli permette di lavorare. Per questo problema è stato anche in clinica per qualche tempo (non so per quanto e se c’è ancora)…

    @claudio: von Trier sì, assolutamente sì… ^^
    Odi il regista (come Lars vuole) o “solo” “Il grande capo”?

    Chimy

    Rispondi
  43. Io von Trier lo amo follemente!Dancer in The dark è l’esperienza più dolorosa vissuta sul garnde schermo per me:mai sofferto tanto. Con Dogville ha poi mostrato al mondo fino a che punto l’animo umano può arrivare con quel suo stile essenziale che lo ha reso ancor più reale e vero. Anche se è Manderlay quello che mi ha scosso di più:gli ultimi tre capitoli sono angoscianti come pochi.

    @Delirio. quale capitolo sull’Europa non ti ha convinto???

    @Chimy: azz!non sapevo di questa sua crisi!:-(
    su imdb danno la terza parte sull’America in uscita nel 2009…vedremo.

    Rispondi
  44. Odio tutti i suoi film che sono riuscito a finire, cioè pochi… solo “The kingdom” mi è piaciuto.
    Sarebbe un bel argomento mi riprometto un prossimo post…

    Rispondi
  45. la cosa bella di lars è che ci piglia per il culo tutti e lo fa in modo sublime. tipo: credi che stia facendo sul serio e invece è il contrario. e viceversa. e viceviceversa. poi è tutto sporco e nessuno pulisce più: era la trama dell’elemento del crimine 🙂

    Rispondi
  46. ci piglia per il culo tutti e lo fa in modo sublime. tipo: credi che stia facendo sul serio e invece è il contrario??????????????
    e ti sembra cosa per ritenerlo geniale??????

    Rispondi
  47. non lo sapevo chimy.
    vado a cercare notizie in giro.
    forza Lars.

    @mrdavis: l’elemento del crimine, un tarkovskiano lungometraggio con la trama tipicamente insulsa di chi vuole prendere per il culo. appunto. quindi dovrebbe piacere saperlo. invece non mi è piaciuto lo stesso.

    Rispondi
  48. @delirio:mi maca questo..forse insieme a tHe KIngdom è l’unico suo film che mi manca!Sigh!

    Rispondi
  49. Bella classifica!!! su Cronenberg come sai sono conte fino alla morte! 😉 Anche Iwo Jima al terzo posto mi garba non poco. Ratatouille troooppo basso :-DD
    Un salutone cronenberghiano

    Rispondi
  50. Quant’è bello leggere il commento di claudio che dice che odia tutti i suoi film e sopra quello di Mr.Davis che dice che lo ama follemente!!!!

    This is LARS VON TRIER ladies and gentlemen!!!! ^^

    Chimy

    Rispondi
  51. @Mr.Davis: DEVO vederlo “Dancer in the Dark”: forse il più divisorio… non dimentichiamoci anche un film come “Le onde del destino”…

    @ale: parole sante ^^. Mi mandi tu in sollucchero questa volta

    @claudio: dovresti davvero fare un post… la discussione rischia di durare giorni.

    @delirio: grandi i due file che hai mandato… il secondo (quello dei commenti) è fantastico ^^
    This is LARS

    @pickpocket: grazie fratello cronenberghiano ^^

    Saluti a tutti

    Chimy

    Rispondi
  52. @tutti: e la cosa bella de “Il grande capo” è che, per come l’ho interpretato io, il film è esattamente una metafora delle diverse reazioni a Lars…
    Ognuno dei dipendenti dell’azienda è come ogni tipo di spettatori dei film di von Trier (che naturalmente è Il grande capo del film): quello che reagisce in modo violento (arrivando ad odiarlo), quello che si eccita con il suo cinema, quello che di lui si è sempre fidato, quello indeciso….

    GENIALE

    Chimy

    Rispondi
  53. chimy mi hai fatto voglia di scrivere un post per LARS. Mò lo scrivo.

    Rispondi
  54. provo a vedere, sarebbe lunga e prevedo ben più che discussuoni…

    L’altro ieri ho visto “L’eredità” che è un dogma non dogma è ho provato un’irritazione epidermica…

    Rispondi
  55. che però è di fly ovvio…

    Rispondi
  56. Il Grande capo è geniale non solo per quello (che condivido) ma perchè Von Trier è autoironico; inoltre c’è una sottile isonia anche verso L’ATTORE in quanto tale (soprattutto quello che usa il famoso metodo). e L’elefante è simbolo e metafora di tutto il suo cinema.

    A dir la verità pensavo fosse DOGVILLE il suo film-divisorio ma ultimamente ho scoperto invece che è appunto DANCER.pazzesco.
    Ah, i ritratti femminili di Lars sono qualcosa di unico.

    Rispondi
  57. @Claudio: non ho capito la domanda, troppi punti interrogativi 😉
    Ma mi pigli sul serio? Ora capisco perché non ti garba von Trier.
    Comunque a me l’aggettivo geniale non mi garba punto, solo questo volevo puntualizzare.
    Ah, le cinque variazioni però è un po’ una cacchetta di film. punge pochino.

    Rispondi
  58. @delirio: vengo a leggerlo…

    @claudio: “L’eredità” non è per nulla un film dogma. Il Dogma segue regole ferree o è o non è…

    @Mr.Davis: concordo pienamente con le tue parole su “Il grande capo”…

    @ale: anche “Le cinque variazioni” mi manca…

    Gran discussione cmq…

    Chimy

    Rispondi
  59. Mi sento fuori luogo, di Lars ho visto poco: Dogville, gran film, e Dancer in the dark, uno schifo.
    Cosa mi riserveranno gli altri film? Quale sarà la linea verso cui mi dirigerò?
    Lo scoprirò, presto o tardi, lo scoprirò.
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  60. LARSSS TORNA LARSSS!!!!!!!!!!

    Rispondi
  61. Speriamo che le nostre preghiere servano…

    Chimy

    Rispondi
  62. da me c’è la mia classifica, senza von trier ovvio…

    Sull’eredità infatti ho scritto che è un “dogma non dogma” perchè prende solamente alcune cose dal dogma come del resto sta facendo von trier nei fillm recenti. Mi riprometto un post fra un po’…

    Rispondi
  63. Vengo a leggerla…

    Chimy

    Rispondi
  64. Concordo in pieno con la prima posizione anche se dopo aver visto I’m not there sono molto combattuta!

    Rispondi
  65. Due grandissimi film… diciamo che era quasi un ex-aequo (anche a tre con “Lettere da Iwo Jima”).
    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  66. Eh, quello devo ancora recuperarlo ^^

    Rispondi
  67. DEVI assolutamente ^^.
    Ti piacerà…

    Chimy

    Rispondi
  68. Non ho letto tutti i commenti (purtroppo i post da leggere sono molti e il tempo poco, quindi mi vedo costretto a fare delle scelte) ma, se nessuno l’ha citato, mi permetto di segnalare il bellissimo “Le vite degli altri”. Per me la vera (bella) sorpresa di stagione.

    Ciao,
    Mr. Hamlin

    Rispondi
  69. Sì sì “Le vite degli altri” l’hanno già citato in molti. Film notevole (per carità) ma ho preferito questi 10…

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  70. Come già scritto non ho avuto materialmente il tempo di leggere tutti i commenti, comunque una citazione in più non gli fa male. 🙂
    Cosa non ti ha sufficientemente convinto in quel film?

    Ciao,
    Mr. Hamlin

    Rispondi
  71. Guarda onestamente non c’è in classifica più per meriti degli altri, che per demeriti suoi.
    Se devo dire proprio qualcosina che non mi ha convinto è che, per come l’ho vissuto io, “Le vite degli altri” è un film che si vuole far molto piacere (sia dalla critica che dal pubblico) soprattutto nel finale, cercando di commuovere eccessivamente.
    Cmq più che una critica è stata una mia impressione…

    Chimy

    Rispondi
  72. Grossomodo lo stesso appunto che hai mosso all’ultimo Haggis o ricordo male? Evidentemente su questo tipo di film non ci troveremo mai d’accordo… 🙂

    Ciao,
    Mr. Hamlin

    Rispondi
  73. Sì però il giudizio è completamente un altro.
    “Le vite degli altri” è un buon film, recitato e diretto magnificamente per tt la sua durata… secondo me solo nel finale poteva risparmiarsi qualcosa.
    “Nella valle di Elah” sai bene che per me non è certo un buon film, e quel voler essere piacione lo vedo dall’inizio alla fine…oltre ad altri difetti.
    Mi sono reso conto solo adesso che effettivamente ho notato questo difetto a entrambi… forse sono io troppo “cinico” ^^

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: