Sfoghi (in)utili di due cinefili.

SFOGO NUMERO 1

ATTACCO RIVOLTO A TUTTE LE SALE CINEMATOGRAFICHE DELLA PROVINCIA DI NOVARA, con particolare riferimento a METROPOLIS MULTISALA (CASTELLETTO TICINO) e MOVIE PLANET (BELLINZAGO).
La provincia di Novara conta 360 mila abitanti, per una superficie di 1340 kmq. La densità è di 265 abitanti per kmq. Su questo territorio si trovano le due multisale citate sopra, la prima con 9 sale (di cui 2 perennemente chiuse) e la seconda con 8 sale. Ci sono poi 3 cinema da una sala a Novara, uno da 3 sale a Borgomanero e una sala di film in seconda visione ad Arona e a Cameri.
Nota bene: le uniche due multisale di tutta una provincia distano tra loro 20 km e proiettano ESATTAMENTE gli stessi film.
Dopo essermi abituato a non vedere i film più di nicchia ho assistito ad episodi eclatanti, tra cui l’incredibile mancanza di "Io non sono qui", che solo per il cast e per la pubblicità che ha avuto doveva uscire. Ora l’episodio si ripete con "Into the wild".
Nota bene 2: entrambi i film citati (presi come esempio eclatante) venivano regolarmente pubblicizzati con relativi trailer nelle medesime sale.
In tutta la provincia, a distanza di circa 20 km ognuno, ci sono moltissimi paesi che organizzano cineforum da tantissimi anni, e in tutti quelli in cui sono capitato si trovavano in sala almeno un centinaio di persone.
Ad esempio, solo nelle immediate vicinanze delle due multisale vengono organizzati ben 5 cineforum, per un totale di almeno 500 persone interessate a cinema di qualità.
Dunque, se in solo una sala di queste due multisala venisse proiettato uno di quei soliti film "di nicchia" almeno 500 persone le avrebbero di certo. Aggiungendo poi tutti quelli che per motivi di orari non possono frequentare i cineforum, e che quindi non rientrano nel conteggio, e quelli dei cineforum più distanti. Io ipotizzo che su 360 mila abitanti almeno due migliaia a settimana potrebbero essere interessati a frequentare una normale sala cinemtografica per vedere uno di quei soliti film "di nicchia".
Mi chiedo perchè non venga emessa una legge provinciale in cui si obbliga a proiettare ogni film disponibile in almeno una sala, si risolverebbero molti problemi e i guadagni sarebbero alti.
Ora, voi gestori ignoranti, menefreghisti e incompetenti, fatevi i vostri conti, io ve li ho messi su un piatto d’argento.
Intanto io "Into the wild" me lo "procuro" lo stesso.
Para

SFOGO NUMERO 2

Pur essendo stato alla Mostra di Venezia mi è stato impossibile vedere il film "Cassandra’s Dream" di Woody Allen come forse qualcuno ricorda, se no cliccate qui (approfitto, dato che su cineroom non ci sarà nessuna recensione del film, di dire che il titolo italiano sarà "Sogni e delitti"…e penso di aver detto tutto). 

Dato che tutt’ora sono ancora scandalizzato da quello che è successo, sono ancora molto deciso a non andare a vedere assolutamente il film in sala per non dare neanche i miei miseri sei euro ai distributori del film (i geni De Laurentiis per inciso)… se proprio voglio vederlo cercherò "altre strade".

Mi sembrava giusto sottolinearlo ancora una volta, perchè quello che è successo è ben più grave di come possa sembrare: al di là di qualsiasi possibile motivo (che non c’è, se non quello di guadagnare più soldi), c’è stato un vero ostacolo alla diffusione del cinema all’interno di un ambiente che dovrebbe essere proprio "adeguato" a mostrare, ad un pubblico appassionato, delle opere d’arte. Chiunque non andrà a vedere il film avrà tutta la mia simpatia e il mio rispetto, che probabilmente è poco, ma è certamente superiore a quello che hanno dimostrato gli organizzatori della MOSTRA D’ARTE CINEMATOGRAFICA INTERNAZIONALE DI VENEZIA nei nostri confronti…
Chimy

Lascia un commento

29 commenti

  1. Muller è più incazzato di te. Quelli della Laurentiis, pochi giorni prima della proeizione han deciso di “ritirare” il film. Ci son volute fiumi di parole e parolacce (pure Allen si mise in mezzo) per giungere alla scelta di far due sole proiezioni: una per la stampa e una per il pubblico. Ma, credimi, il Festival è stato a sua volta fregato da questa misteriosissima presa di posizione…

    Rispondi
  2. Mi fido pienamente di lei Conte… allora tutta la colpa la dò alla casa di distribuzione.
    Onestamente pensavo che la Mostra si fosse fatta un pò “corrompere” da un pò di denaro… però naturalmente le prove non le avevo.
    Cmq un motivo in più per non dare soldi a De Laurentiis…

    Un saluto, a presto

    Chimy

    Rispondi
  3. Para, il fatto è che non mi lasciano tradurre i titoli…
    non so l’avvessero tradotto con “scampagnata glaciale”
    o
    “mi sono rotto il cazzo e rotolo nella neve” invece di lasciare il titolo originario avrebbe sicuramente attirato ben più di una sala del novarese ^^
    la cosa triste è che da quanto leggo il pubblico sarenne pure disposto a vederlo, il film!
    chimy, ne parlammo già, ma ribadisco, f******o de laurentis!

    Rispondi
  4. He he, grazie Dome per il sostegno

    Chimy

    Rispondi
  5. Questo purtroppo capita un po’ ovunque. Credo che solo tre o quattro città italiane riescano a proiettare nelle sale titoli di film di nicchia per alcuni giorni. Dove abito non arrivano neppure e anche a Firenze, dove arrivano, i film rimangono per pochissimi giorni, oppure vengono proiettati solo dopo le 21, per pochi giorni. Per questo perdo molti film.

    Rispondi
  6. Non mi far parlare delle aberrazioni della distribuzione dalle mie parti….NON ME NE FAR PARLARE!!! Dire che quaggiù in terronia la situazione è disastrosa sarebbe un eufemismo, credimi… saluti

    Rispondi
  7. @dome: lo sai, per me tu saresti il migliore, e lo dimostrano anche questi due titoli, dirti che sono perfetti è dire poco. Io una strada verso cui cercare lavoro te l’ho data, il resto è compito tuo. 🙂

    @luciano e pick: è uno schifo, io non ce la faccio più, non si rendono conto di niente. Dovrebbero provare a mettere in una sala un film serio piuttosto che tenere per la 15esima settimana uno di quei soliti filmacci che restano per mesi.

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  8. Io vivo a Rapallo, 30 km da Genova. Qui ci sono 4 sale, (attenzione! è arrivato Into the Wild a Rapallo! è un evento) che proiettano i film un po’ più commerciali. Quindi vado quasi sempre a Genova al cinema, ma mi ritengo fortunato perchè credo che sia uscito veramente qualsiasi film lì. Non mi ricordo di una volta in cui un film non sia stato distribuito a Genova…

    Rispondi
  9. Non sapevo di Venezia, immagino la delusione. Una cosa simile mi successe il primo anno che andai a Venezia per Il castello errante di Howl. Gli accrediti cinema avevano come unica opzione la proiezione in sala grande. Il problema è che la priorità era per i giornalisti e gli spettatori paganti. Morale della favola: pochi accreditati in sala e una fila inutile.

    Riguardo al titolo, ormai non riesco nemmeno più ad arrabbiarmi. Forse hanno pensato “il grande pubblico ignora chi sia Cassandra” e/o “i delitti attirano”.
    Appoggio la tua protesta.

    Lorenzo

    Rispondi
  10. Meno male su Genova… ci sono molte città, anche grandi, dove non trovi tutti i film che escono…

    Anch’io mi ritengo molto fortunato, però siamo quasi delle eccezioni 🙂

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  11. @t3nshi: guarda me l’hanno raccontato quella vergogna del “Castello errante di Howl” (quell’anno io non c’ero). Anche l’organizzazione generale è spesso un problema, anche se nell’ultimo anno hanno migliorato decisamente rispetto a due anni fa.
    Io personalmente apprezzo moltissimo Muller, ma per le scelte dei film, non per l’organizzazione…

    Sul film di Woody Allen però la colpa sembra essere tutta di De Laurentiis che ha ritirato delle proiezioni pochi giorni prima… uno scandalo pazzesco..
    Sul titolo non so neanche più cosa dire…

    Ti ringrazio dell’appoggio e della visita ^^

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  12. su woody è tutta colpa del genio di De Laurentiis….

    sulle sale è la vergogna italiana, anche a milano che siamo pieni di sale e abbiamo pure una cineteca, ogni anno chiudono 1 o 2 cinema storici e si aprono ste cazzo di multisala in culo al mondo lontane da dio e dagli uomini (e anche dai buoni film…)

    Rispondi
  13. Beh, Claudio, nonostante sia triste che chiudano i cinema storici, almeno a Milano, anche nelle multisale, si trovano bene o male tutti i film disponibili.
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  14. para è solo in parte vero, spesso questi cinema hanno 10 sale e 3/4 sono sullo stesso blockbuster o robaccia italiana ed è difficile trovare tutti i film…

    beh a confronto vostro siamo in paradiso ovvio…

    Rispondi
  15. @claudio: maledetto De Laurentiis…

    Chimy

    Rispondi
  16. Mi unisco alla protesta e soprattutto a Pickpocket che almeno sta a Bari e non sta messo nemmeno tanto male come me che sto in provincia dove ci sono solo due cinema che trasmettono da più di due mesi il film di Pieraccioni e non si decidono a mettere mai dei film almeno leggermente guardabili…

    Rispondi
  17. Grazie per l’appoggio Ale…
    se servissero a qualcosa queste proteste metteremmo un post ogni due ore ^^

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  18. Grande Para! Allora attendo un tuo commento a Into the Wild, ottenuto con vie tramezze ^^

    Rispondi
  19. Faccio a tutti voi una proposta: riempiamo i nostri blog con post sulle aberrazioni della distribuzione e li inviamo in copia alle case, appunto, di distribuzione e ai giornali on-line, cercando di aprire “un caso”? Attendo nel Teatrino repliche e proposte: un Conte più combattivo che mai.

    Rispondi
  20. Guardi Conte, appoggio (anche a nome di Para che è certamente d’accordo) la sua proposta…
    E’ da quando abbiamo aperto il blog che protestiamo con la distribuzione; non solo perchè non arrivano tutti i film, ma anche per il doppiaggio e (quest’anno in particolare) per le traduzioni italiane dei titoli che sono spesso imbarazzanti…

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  21. Sì Conte sì, io sono pefettamente d’accordo.
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  22. Proposta: preparate un post sui titoli assurdi di quest’anno. io ne faccio un altro sulel uscite dementi (tipo Rohmer ai primi di settembre) e poi li facciam girare! E’ cominciata la battaglia. speriam che qualche cineblogger ci segua…

    Rispondi
  23. anonimo

     /  31 gennaio 2008

    Va beh ma se si fa polemica non posso certo tirarmi indietro…
    A parte i miei precedenti interventi riguardanti sia la distribuzione sia i titoli per cui i distributori italiani meriterebbero un telegatto di balsa, vorrei ragionare un po’ su questa cosa dei film di nicchia..
    Aneddoto: venerdì scorso mi è capitato di non avere un cazzo da fare la sera, ed ho proposto un cinema come soluzione ad ogni male. Il mio amico si è rivelato entusiasta all’idea di poter andare a vedere Alien VS Predator: Requiem (che tra l’altro alla fine ho pure visto, vi prego mettete un post!!! Mancava solo Raoul Bova, peccato fosse morto nel primo episodio), era galvanizzatissimo. Ed era un po’ deluso dal fatto che non saremmo potuti andare a vedere Io sono leggenda per il semplice fatto che l’avevo già visto (altro post! altro post!). Avrete capito che il livello medio di cultura cinematografica di tale individuo non è poi così alto, e le sue richieste sono abbastanza volte ai blockbuster smaciullamento dentro e fuori dallo schermo (sta aspettando con ansia cloverfield…).
    Solo che a un certo punto mi salta fuori con una frase del tipo: “Poi quando esce voglio andare a vedere anche quello di Sean Penn” (probabilmente inteso come Scion Pen, data la preparazione del suddetto, ma fa lo stesso), assolutamente ignaro del fatto che il film fosse già in programmazione nelle sale, sebbene mancasse da alcuni dei più importanti multisala della zona (Milano-Sesto San Giovanni per intenderci). A questo punto, se anche una persona la cui più alta aspirazione è vedere un alien che ingoia pezzi di carne umana corrosi dal bavoso acido della bella creaturina si interessa ad un film come quello di Penn, non è forse che si possa considerare un film un po’ meno di nicchia? o perlomeno degno di qualche considerazione da parte della distribuzione… E questo è solo un esempio, spesso mi capita di assistere a scene simili, in cui delle persone vorrebbero interessarsi al cinema cosiddetto di qualità, ma data la loro scarsa predisposizione alla frequentazione quotidiana dei vari IMdb, MyMOvies, Cineroom (eheh),… non vengono a conoscenza della possibilità di fruire di qualcosa che vada al di là di Scusa ma ti chiamo amore.
    E’ per questo che la distribuzione italiana fa schifo, perchè oltre a propinare sempre le stesse cose, fa anche atti di “ostracismo” verso coloro che vorrebbero vedere qualcosa di finalmente diverso.
    Ora, cosa ne pensa Federico Moccia?
    E poi vorrei portare avanti una mia piccola battaglia per il ripristino dello spettacolo delle 21/21,30, scomparso nei multisala a favore di proiezioni in orari in cui di solito la gente comune o mangia, o dorme, o perlomeno vorrebbe farlo. Solitamente uscito dal cinema la mia prima preoccupazione non dovrebbe essere trovare la strada più breve per casa evitando i cocainomani che vanno all’Hollywood…
    Ultima cosa: Into the wild è in proiezione a Cinisello, nel più piccolo cinema della provincia, collocato in mezzo ad un cantiere e perciò raggiungibile solo dopo escursione attraverso macerie e recinzioni, con orario 21 e 30. God bless us all.

    Legolas

    Rispondi
  24. anonimo

     /  31 gennaio 2008

    P.S: complimenti per la scelta dell’immagine del post, Spike rimarrà sempre nei nostri cuori… Anche se Guybrush Threepwood sarebbe stato sicuramente più incisivo.
    Di nuovo saluti

    Legolas

    Rispondi
  25. Legolas io non posso far altro che sottoscrivere tutto quello che hai detto, compreso il fatto che subito dopo imdb e mymovies c’è cineroom :).
    Ti consiglio caldamente di tornare sul nostro blog questa sera e vedere quello che posteremo: una battaglia avrà inizio….

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  26. Stavo appunto per dire quello che ha detto il buon Chimy.
    E poi Legolas mi dai sempre un sacco di soddisfazione, grazie per avere almeno tu elogiato il grande Spike Spiegel.
    Mamma mia Guybrush, vado a reinstallare Monkey Island, dici che su xp gira? 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  27. anonimo

     /  31 gennaio 2008

    Su xp a me gira solo il 4, su Vista ho ben poche speranze per qualunque cosa… Sarebbe un’altra inutile battaglia…
    Lode a Guybrush Threepwood, temibile pirata.

    Legolas

    Rispondi
  28. anonimo

     /  3 febbraio 2008

    il multisala di castelletto è scandaloso nn solo per la proiezione ma anche per il servizio, x prendere dei biglietti per uno dei pochi film decenti che trasmettono devi andare lì due ore prima, per evitare la coda degli amanti dei filmetti di moccia o altri del genere. è il multisala più vicino a casa mia ma la maggior parte dei film che m interessano, non li trasmettono. danno sempre la precedenza ai cosidetti film di serie B.
    sono curiosa di vedere se almeno faranno vedere l’ultimo film di tim burton e jhonny deep!

    Rispondi
  29. Utente anonimo (ricorda almeno di firmarti, è brutto riferirsi ad un utente anonimo) sì, grande! Avanti! Facciamo sentire il disagio dei novaresi!
    Per curiosità, dove abiti?
    Comunque hai perfettamente ragione, ieri sera non sono potuto andare a vedere niente perchè oltre ad essermi fatto i soliti 5 – 10 min buoni di coda in macchina sulle tre strade, sono arrivato al parcheggio (stracolmo di auto e gente, anche quello del supermercato), ho parcheggiato a fatica, e mi sono ritrovato come se fossi all’uscita delle scuole medie, sbarbatelle e sbarbatelli OVUNQUE. Totale: 10 metri di coda ad ogni cassa, sale quasi complete per tutti i film (40 posti per Allen e al max 30 per gli altri)e confusione imperante. Quindi sono andato ad affogare i dispiaceri nel vino. Ci riprovo stasera.
    Grazie della visita!
    Saluti.
    Para

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: