Italiani al Festival di Cannes: l'orgoglio nel caos…

Nella confusione del cinema italiano odierno, ci apprestiamo ad avere al Festival di Cannes 2008, che si apre questa sera, dei film nostrani dai quali è assolutamente lecito aspettarsi moltissimo.
Ebbene sì, il cinema italiano migliore di oggi sarà tutto di scena sulla croisette e, di conseguenza, nelle nostre sale nelle prossime settimane.
Il film più importante (o almeno, quello che qui si attende di più) sarà "Il divo" di Paolo Sorrentino (di cui approfittiamo per postare una foto, se possibile, già memorabile. Simbolo del nostro cinema di oggi…), il regista che consideriamo una luce nel buio; il grande artista che fa un cinema diverso dalle convenzioni e lo fa benissimo. Il regista su cui puntare, ma che con "Il divo" fa forse l’opera più ambiziosa ed importante della sua carriera. Certamente rischiosa, potrebbe definitivamente inserire Sorrentino nell’elenco dei grandi registi giovani europei (e non solo). Qua è certamente uno dei film più attesi dell’anno…
Il secondo film in concorso italiano sarà "Gomorra" di Matteo Garrone. Spesso quando si parla di quali siano i registi italiani su cui puntare Garrone va ad unirsi a Sorrentino.
Probabilmente è giustissimo, perchè Garrone ha dimostrato di essere perfettamente a suo agio con la mdp e di fare un cinema potentemente visivo (cosa non da poco nel nostro paese). C’è però da dire che, pur essendo molto buona a livello di immagini, la sua regia era imperfetta nella gestione complessiva dei film che ha diretto, mancava qualcosina sia a "L’imbalsamatore" che a "Primo amore" per renderle delle opere davvero convincenti al 100%.
Siamo però sicuri che con "Gomorra" raggiungerà quella maturità che un pò gli è mancata e, una volta raggiunta, potrà davvero puntare a fare dell’ottimo cinema; anche perchè ha un talento davvero notevole.
Il terzo film è fuori concorso: "Sangue pazzo" di Marco Tullio Giordana.
Giordana, a mio parere, è uno dei migliori registi italiani viventi fra i "non-artisti". Molto diverso dai due sopra per intenderci.
Giordana è un regista molto serio, che racconta le sue storie con partecipazione ed incisività.
Un regista che, con "Sangue pazzo", dovrà confermare la sua grande bravura nella messa in scena, nella direzione degli attori e nei perfetti tempi filmici, che hanno contraddistinto i suoi bei film precedenti.
Insomma un festival (e un mese) per noi importantissimo, dato che vanno tre fra i registi più importanti che abbiamo; che dovranno tutti confermarsi, con film rischiosi, anche se in modo diverso.
Per una volta, quindi, tifiamo per i nostri film, e per il nostro Cinema che in questo caso mostra finalmente di voler rischiare, ad un grande festival come quello di Cannes 2008.
Perchè questa volta, caso più unico che raro, non dobbiamo vergognarci delle opere nostrane attuali, ma soltanto esserne orgogliosi…

Annunci
Lascia un commento

31 commenti

  1. Mi scuso per le piccole dimensioni della foto; ma, se pubblicata più grande, fa impazzire internet explorer.
    Oltre a consigliare a chi non l’abbia ancora fatto di passare a firefox, vi consiglio di visualizzare l’immagine a parte perchè merita di essere vista in maniera più ampia…

    Saluti a tutti

    Chimy

    Rispondi
  2. Mi sembra più che giusto stare dalla parte del nostro cinema, soprattutto quest’anno (sperando che sia quello buono ^__*)

    Weltall

    P.S.: a proposito di browser, voi avete problemi a visualizzare il mio blog (nel senso: lo vedete bene o sembra che ci sia esplosa dentro una bomba H? ^__^)?

    Rispondi
  3. Che aggiungere? Hai detto (benissimo) tutto tu. Dall’importanza dei film, in concorso e non, alla rinascita di un (bel) cinema italiano.

    Anch’io attendo al varco con particolare ansia soprattutto Sorrentino, ho visto la puntata di “Matrix” in cui hanno mostrato alcuni spezzoni è mi sono parsi “potentissimi”. Ma certo anche Garrone potrà dire la sua. Ieri Mereghetti sul “Corsera on line” recensiva il film di Garrone parlando di capolavoro, stamattina Sky lo paragonava al Rosi di “Le mani sulla città”. E poi, valore aggiunto tutt’altro che trascurabile, in entrambi presta la sua magnifica opera Toni Servillo…

    Ricordo che l’anno scorso scrissi un lungo post in cui sostanzialmente dicevo che, visto il livello delle nostre produzioni, l’esclusione da Cannes ce l’eravamo meritata.
    Quest’anno invece sono davvero lieto di poter tifare per due film coraggiosi che vogliono raccontare il Paese.

    Rispondi
  4. @weltall: infatti, speriamo che sia l’anno (e il festival) buono. Il tuo blog io lo vedo perfettamente, nessun problema…

    @mr.hamlin: ti ringrazio.
    Effettivamente potrebbero essere proprio due film assolutamente necessari, con i quali potremmo iniziare a raccontare con forza il nostro paese… le recensioni e le immagini le ho viste. Sono molto fiducioso su entrambi..

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  5. sì, giordana non è male…
    post molto interessante

    Rispondi
  6. Grazie Simone

    Chimy

    Rispondi
  7. A mio personalissimo e attaccabilissimo avviso Sorrentino è un pacco. Tranne la seconda parte de “Le conseguenze dell’amore” il suo enfacinema mi disinteressa mortalmente.

    Garrone no. Lui possiede uno sguardo che non si perde nei ghirigori che fanno tanto sospensione/introspezione. Posto che il suo miglior film rimane (e di gran lunga) “Estate romana”, non è escluso che strappando le pagine del sopravvalutatissimo romanzo di Saviano abbia girato un film significativo. E questo nonostante “Primo amore” abbia segnato una mezza battuta d’arresto.

    Chiedo scusa per la dissonanza delle mie opinioni, ma so che con voi posso tranquillamente essere sincero senza timore di essere frainteso e preso per uno sputasentenze.

    Ne approfitto per salutarvi, dato che è da un po’ che non mi faccio vivo.

    Ale

    Rispondi
  8. A me manca Primo amore di Garrone, mi dimentico sembro di recuperarlo. L’imbalsamatore mi era piaciuto molto, e ci avevo trovato anche qualcosa di Sorrentiniano nel modo di guardare il personaggio.

    Weltall, io uso Mozilla e c’è qualcosa del tuo blog (come i link e la tag) che sforano. Però è leggibilissimo!

    Rispondi
  9. @alespiet: bentornato, prima di tutto! E grazie per la “fiducia”, puoi anche dirci che Sorrentino è peggio di Muccino e continueremo a leggerti. 🙂
    Io di Garrone non ho visto nulla, ma prima di vedere “Gomorra” provvederò. Però capisco più o meno cosa intendi, Garrone fa un cinema più “sporco”, direi. Nel senso più positivo del termine. L’enfacinema (che bella definizione) di Sorrentino è arrogante e presuntuso lecitamente, i suoi ghirigori di regia e tutte le trovate particolari sono invece quello che mi (ci? parlo per i “sorrentiniani”) piace di Sorrentino. Fa un enfacinema (si mi piace questa espressione, chiaramente io la prendo nel senso positivo) che fa solo bene allo spettatore e all’industria italiana.
    Appena mi guardo “Primo Amore” e “L’imbalsamatore” (nei prossimi giorni) completo il commento. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  10. @weltall: io il tuo blog lo leggo, però effettivamente nella colonna destra, ogni tanto sembra che sia esplosa una bomba N2. Questa è una citazione per intenditori, ma so che tu intendi. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  11. @alespiet: sono d’accordo con il Para, aggiungo qualcosa sul confronto fra i due.
    Dato che fanno un cinema simile penso si possano paragonare.
    Garrone secondo me è bravo a livello di regia visiva, ma non mi convince nell’operazione collettiva dell’opera d’arte.
    Mi spiego meglio… Sorrentino secondo me fa uno splendido lavoro a livello audiovisivo, muove la camera in armonia con le bellissime musiche dei suoi film; e, secondo me, a livello puramente estetico fa delle sequenze che sono un piacere per gli occhi e per le orecchie. Inoltre a mio parere supportate da una buona capacità narrativa e da un’ottima direzione di attori.
    Invece Garrone secondo me pecca in alcune fasi della direzione di un film… ho visto però solo gli ultimi due film, mi riprometto di recuperare “Estate romana”.
    I tuoi commenti sono graditissimi, perchè pieni di competenza (capisco il tuo discorso) e sempre condivisibili anche se non si hanno opinioni diverse ^^

    Un caro saluto

    Chimy

    Rispondi
  12. @edo: effettivamente per me sono molto legati a livello di sguardo cinematografico.

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  13. @alespiet: ho aggiunto un freudiano “non” di troppo nell’ultima frase 🙂

    Chimy

    Rispondi
  14. Immagine splendida! Le aspettative solo alle stelle, non vedo l’ora di essere al cinema!

    Ciao,
    Lore

    Rispondi
  15. Non vediamo l’ora neanche noi.^^

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  16. Mi scuso in anticipo per l’ OT:
    @chimy, Edo e Para: immaginavo che la colonna destra fosse portatrice di problemi! Cercherò di sfoltirla un pochino per vedere se riesco a risolvere ^__*

    @Para: oh si che intendo! E non c’è bisogno che ti dica cosa esce venerdì…una bomba N2 per il mio portafoglio!!!
    Guarda qui: http://www.dynit.it/scheda.asp?mn=3&ctl=1&iddsc=635

    Weltall

    Rispondi
  17. anonimo

     /  15 maggio 2008

    é ora della RINASCITA !!!!!!!

    Nella mia Top c’è “IL DIVO” !!!!!!

    baci !!!!
    a presto!!!!

    ERICA

    p.s.: ho saputo che avete preso la casa al Lido per La Mostra…..quella che vi ho linkato…;) Evviva!!!!!!!

    Rispondi
  18. @weltall: Altro che bomba N2, quello è un Third Impact per il mio portafoglio! Costa una cifra (il mio fumettaro se non sbaglio lo venderà a 150 €, se non ricordo male), e sono tentatissimo. Io le VHS le ho ancora in perfetto stato, con all’interno di ognuna il volumetto della Evaenciclopedia fino a quando li han stampati. Però è una tentazione incredibile avere quella splendida edizione in dvd. Sì, me lo comprerò di sicuro. Magari non venerdì, visto che comincio ora a mettere da parte i soldini, come facevo quando avevo 13 anni con le VHS. 🙂 Certo che da 30 mila lire a 150 euro sarà un po’ più dura. 🙂 Evangelion è sempre un’emozione! 🙂

    @erica: tutti al Lido! 🙂

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  19. Interessanti questi tre film che stanno per arrivare (ma potremo vederli in sala?). Farò il possibile per non perderli perché Sorrentino e Garrone (anche se la mia conoscenza del loro cinema è più o meno uno zero) mi ispirano, Giordana un po’ meno. Comunque devo mettere da parte i miei pregiudizi e tuffarmi con maggiore impegno nel cinema italiano contemporaneo. Incrocio le dita. Un post interessante e per me utilissimo. Grazie!

    Rispondi
  20. li aspetto assolutamente…

    su repubblica oggi intervista di andreotti indignato durante e dopo la proiezione in anteprima del film… notizia in più per far crescere l’attesa

    Rispondi
  21. @luciano: guarda sono i pochi che a mio parere meritano davvero di essere visti e conosciuti oggi in Italia.
    Ti consiglio caldamente di recuperare Sorrentino, in particolare il suo migliore e bellissimo film “Le conseguenze dell’amore”. Secondo me, non ti deluderà…

    @claudio: benissimo. benissimo.
    Ottima notizia.

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  22. @luciano: dimenticavo… questi tre film usciranno tutti nelle sale a breve.
    Domani “Gomorra”, venerdì prossimo “Sangue pazzo”, e mercoledì 28 “Il divo”.

    Chimy

    Rispondi
  23. Gomorra si non mi sbaglio esce domani venerdì 16. Garrone è bravo ma non eccelso. Soorentino mi piace di più, anche se L’amico di famiglia mi ha un po’ deluso. Di Marco Tullio Giordana ancora non ho visto niente.

    Rispondi
  24. Anch’io preferisco Sorrentino. “L’amico di famiglia” seppur inferiore al precedente a me aveva cmq stupito e colpito.
    Giordana fa un cinema più tradizionale… ma cmq te lo consiglio.

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  25. Questa volta non ci sono scuse. TUTTI a tifare italiano :))

    Anche se: per la Palma la vedo dura. Male che vada speriamo in Wenders… io punto su di lui. Vedremo.

    😉

    Rispondi
  26. E vai!! Dobbiamo essere orgogliosi di questo nostro cinema! Servillo Sorrentino e Garrone un trio che non può affatto deludere!!!!

    Rispondi
  27. @pick: è dura, è dura…Speriamo però che Sorrentino e Garrone diano battaglia ai vari grandi (Wim, Clint,i Dardenne….). Sarebbe giù buono…^^

    @ale: per una volta tanto siamo davvero orgogliosi… era ora ^^

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  28. Allora devo concentrarmi 🙂 e cercarle di non perderli. Immagino che stavolta la distribuzione sarà clemente.

    Rispondi
  29. X Gomorra è stata giusta e clemente. E’ in 700 copie, se non sbaglio. Speriamo sia così anche per gli altri… ma dubito.

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  30. Per ora il Festival sembra deludere: siamo al 4 giorno e nessuno ha ancora parlato di film da palma d’oro, ma non solo..sembra che molti abbiano deluso…
    Ieri ho visto GOMORRA:voglio la palma!!!!!!!!!

    Rispondi
  31. Ho sentito, ho sentito… ma i grandi film (quelli almeno per me più attesi) devono ancora arrivare.
    Nei prossimi giorni vado a vedere “Gomorra” e ti dirò…

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: