"X – Files: voglio crederci": CINEROOM, THURSDAY AUGUST 14TH, 20.52

X- Files: voglio crederci è un film mediocre. C’è del “buono” e c’è del “cattivo”. E tra il buono e il cattivo c’è tensione.
L’inizio è buono: un montaggio alternato tra il presente e il passato. Nel presente della diegesi un sensitivo cerca qualcosa tra la neve; nel passato vediamo la causa di ciò che l’uomo sta cercando. I frammenti passati, inoltre, sono anche le visioni che spingono il sensitivo nella ricerca. Immediatamente noi spettatori crediamo fermamente che i frammenti passati siano reali, che sia andata veramente così. Ci fidiamo, inizialmente, di lui. Per ora noi spettatori siamo Fox Mulder.
Quindici minuti dopo, di padre Joseph, il sensitivo, un prete accusato di aver violentato 37 chierichetti, non ci fidiamo più ciecamente. Alcuni particolari, sottolineati nel corso del film dalla regia (e dalla sceneggiatura) di Chris Carter (nonché ideatore della serie), ci fanno quasi passare dalla parte di Scully: padre Joseph non ha visioni ma è un complice che conosce i delitti e vuole pilotare le indagini.
Il film, quindi, ha un grosso pregio: tutto è opposizione in tensione, tutto è Fox Mulder vs Dana Scully. Non c’è, come nella serie televisiva, collaborazione, ma tensione. Addirittura, i due (ex) agenti FBI, per quasi tutta la pellicola, non indagano nemmeno insieme. Mulder è preoccupato di testare la propria fiducia nel mondo, Scully di testare la propria fiducia verso sé stessa.
La tensione tra “buono e cattivo” c’è anche, non troppo esplicitamente, su di un piano politico morale, che riguarda i personaggi ecclesiastici. Padre Joseph è un prete la cui integrità morale è crollata, è così la propria credibilità. Da portatore di verità (la parola di Dio) è diventato, prima di tutto, uomo da sospettare, poiché potenzialmente menzognero.
Il cappellano ospedaliero dove lavora Scully opta per l’eutanasia ad un bambino di 5 anni, ma Scully proverà a salvarlo (grazie ad alcune parole di padre Joseph, che Scully, nonostante la vaghezza, percepisce come verità da seguire). E infine Le suore infermiere guardano male Dana per la sua ostinazione verso la vita.
Questi personaggi, dunque, che dovrebbero rappresentare la fede in una verità, vengono messi costantemente in dubbio. Padre Joseph è buono o cattivo? Lasciare a Dio un malato terminale di 5 anni è giusto o sbagliato? Per fortuna, ed è una delle cose davvero buone del film, non avremo risposta certa a nessuna di queste due domande.
Di cattivo, però, c’è la confezione. Chris Carter, purtroppo, non è riuscito nel realizzare un film costante e deciso. Le cadute di stile ci sono, e non sono poche: alcuni cali nella recitazione di molti attori; scelta di musiche e punti di sincronizzazione discutibili; un inaspettato ingresso del tema musicale principale coincidente con l’inquadratura di una foto di George W. Bush (una trovata ridicola tanto quanto inquietante ed ambigua); la presa di posizione iniziale dei due agenti, in particolare quella di Scully, è così netta ed ostinata da apparire finta ed esagerata; e una regia piuttosto piatta, ma che di tanto in tanto ci delizia con qualche buone idea. Oltre al già citato inizio, anche alcuni contro plongèe, e l’ingresso in scena dei protagonisti, con l’arrivo finale dell’unico personaggio che mancava alla lista dei there must be.
X – Files: voglio crederci è dunque certamente un film mediocre, ma anche appagante; un insieme di ottime idee (nascoste) che Carter non è riuscito a sfruttare con decisione. Inutile precisare, ma meglio farlo almeno in chiusura, che è un film per fan. Non solo per fan, ma soprattutto per loro.


Para
Voto Para: 2,5 / 4
Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

32 commenti

  1. secondo me è un film più per non fan che per fan.

    Rispondi
  2. Beh, ma se non sei fan non te ne frega niente che SPOILER alla fine arriva Skinner. Così come non te frega niente di vedere all’inizio Mulder che ha perso la speranza e Scully che prova a darla a lui. Non te ne frega niente di vedere come sono messi, e per certi versi cambiati, dopo la fine della serie.
    Secondo me resta comunq

    Rispondi
  3. (partito da solo il commento)
    un film per fan (che potrebbe anche deluderli). Un non fan può al massimo sapere che Scully è scettica e Mulder no, e soprattutto si aspetterebbe di vedere gli alieni.
    Comunque al di là di questo, che è una piccolezza, il film resta sufficiente per tutti.
    🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  4. Salve e Buon Ferragosto!

    Rispondi
  5. Ery82

     /  15 agosto 2008

    Ciao!!!

    cavoli lo davano in anteprima all’ARCADIA mercoledì 13, ma nn sono andata 😦

    Non mi perdevo una puntata di questa serie, non ho letto tutta la recensione perchè non voglio perdere il gusto della visione.

    Però ho letto le ultime tre righe…speriamo che sia appagante almeno per i fan 😉

    Buon ferragosto !!!
    Ci vediamo a Venezia!!!

    Erica

    Rispondi
  6. Grazie ragazzi, buon ferragosto anche a voi 🙂

    Chimy

    Rispondi
  7. Ieri seri volevo darvi il Buon Ferragosto ma c’erano problemi con Splinder. 😦 Non sono un fan di X-files (ho visto solo pochi episodi della serie TV). Lo vedrò comunque ma forse non al cinema.

    Rispondi
  8. Splinder è splinder, bisgona abituarsi.
    Allora il film quando lo guardi vieni a farci sapere se anche un non fan lo può apprezzare. Che come cosa è un bel dilemma. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  9. Io non ho mai visto nemmeno mezzo episodio della serie, però l’uscita di questo film (ma non solo ovviamente) mi ha dato la voglia di recuperare prima di tutto il telefilm…

    Rispondi
  10. Interessante… vedremo se può andar bene pure per un altro non fan come il sottoscritto. E per un non fan “cattivo” come il sottoscritto, aggiungo. 🙂

    Saluti, buon post-ferragosto ad entrambi

    Rispondi
  11. @ale: beh, buona fortuna, allora! 🙂 Gli episodi sono tanti e, per forza di cose, altalenanti. Ha fatto storia ma va visto con gli occhi da metà anni novanta. Facci sapere! 🙂

    @pick: tu sì, sei crudele, e non aggiungo altro! 🙂

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  12. pick vieni a dirlo qui vicino, t’avverto, brandisco una bottiglia di irish mist!

    w i fan ma questo è un thriller sottilmente shyamalaniano, ecco l’ho detto, preparate i pomodori.

    a me non me ne frega un cazzo di ferragosto ma vi voglio bene lo stesso.

    Rispondi
  13. @wd: Ecco! L’hai detto! Shyamalaniano! Non volevo dirlo, perchè non è da dire. Sarà allora che piacerà solo agli Shyamalaniani?
    Bah..
    Comunque Pick è crudele per altri motivi. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  14. ma infatti nemmeno io l’ho detto…o l’ho detto…? secondo me verrà denigrato e basta, ma chi se ne frega.
    ciao para.

    pick fatti sotto!

    Rispondi
  15. Mmmm. sempre più curioso di vederlo. E io parlo da fan!^^

    Rispondi
  16. @wd: Sì, che verrà denigrato è quasi sicuro, perchè come succede CASUALMENTE anche con Shyamalan, ci si impunta sui difetti senta vederne i pregi. Pazienza. Ciao WD!

    @mrdavis: dovevi approfittarne il 13 agosto! 🙂 Comunque i fan in un modo o nell’altro saranno soddisfatti, non preoccuparti. Non sarà il filmone dell’anno ma nemmeno una schifezza, questo è certo!

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  17. Lo denigreremo con gusto :)))

    Rispondi
  18. già….CASUALMENTE…

    o si sta con zio shyammy o NO!

    Rispondi
  19. @pick: denigri denigri, avrà tutta la nostra (io e wd) disammirazione! 🙂

    @wd: Shyammy! Shyammy! Shyammy! 🙂

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  20. e giù quella macchina da scrivere dalla faccia !!

    Rispondi
  21. Troppo facile nascondersi dietro ad una macchina da scrivere! Buuuuuhhhhh! 🙂
    Si scherza, pick.
    Forse.
    🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  22. @WD: Ha ha ha. Zio Shyammy!

    @Para: Come forse???
    :))

    Rispondi
  23. ah io non lo sopporto Shammy!ahahhahah!

    Rispondi
  24. Io sono un vecchio fan della serie anche se l’interesse per X-Files è andato lentamente scemando nelle ultime stagioni.
    Recupererò comunque questo film in onore di una delle serie culto deglia nni ’90…poi qui si parla di film Shyamalaniano…non posso perderlo ^__*

    Rispondi
  25. Bentornato Weltall! Beh, quello è successo credo a tutti. Le ultime serie le abbiamo tutti vissute con un bel po’ meno di entusiasmo. Ma tant’è, il vero x – files è quello delle prime serie ed è quello il vero cult.
    🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  26. Mmm… io sarei un fan moderato, ma l’ho visto insieme ad un fan sfegatato: la delusione è stata cocente per entrambi, te lo assicuro!

    Peccato, davvero…

    Ciau!

    BenSG

    Rispondi
  27. Io sono (ero?) quasi un fan sfegatato, e non è così deludente secondo me. E’ un film discreto, che nasconde molti spunti di riflessione interessanti.
    Vi capisco, ma potreste rivalutarlo. 🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  28. forse ha ragione WD, è un film che non fa per i fan. IO di buono ci ho visto poco (è vero l’incipit fa ben sperare ma dopo il film si affloscia paurosamente su se stesso). La dialettica tra Mulder e Scully che tu citavi a me è sembrata fiacca. Certo, il tema oppositivo è lo stesso, ma c’è un abisso tra il risultato del telefilm e questo.

    Rispondi
  29. SPOILER concordo però che è stato figo quando è arrivato Skinner. Ma è durato giusto tre secondi. La sua apparizione. Dopo s’è afflosciata pure quest’idea. Valeva giusto per la comparsata; nessuna grande vera funzione narrativa. Senza contare che l presenza di Mulder, Scully (che li avevamo lasciati come fuggiaschi e ora – specie lei – vivono vite normali) così come Skinner non collima col finale della serie tv…

    Rispondi
  30. Ciao Noodles. Vedi, io sono un fan, e secondo me è per fan. Allora facciamo che è anche per i fan, così siam tutti d’accordo. Sinceramente credo possa essere plausibile che 10 anni dopo, da fuggiaschi, abbiano sistemato le cose senza farcelo sapere. Ma questo è un altro discorso.
    Secondo me il film, al di là della fattura, per regia e scrittura appena sufficiente, “vince” per, appunto, l’opposizione netta di tutto, M e S, parola di dio menzogna, visione invenzione, credere e non credere. Per questo, dico di nuovo, come WD, che è un film Shyamalanyano: ci sono le cose, ma sono solo per chi le vuole vedere.
    Su Skinner, hai ragione, in fondo. E’ figo il suo ingresso, ma è da comparsata. Però è indubbio che i fan han goduto in quel momento, e han potuto goderci solo loro. Magra consolazione, lo so.
    🙂
    Saluti.
    Para

    Rispondi
  31. Visto questa sera: un film soprattutto per fan, sono d’accordo. E pur con tutti i suoi limiti mi è anche discretamente piaciuto ^__^

    Rispondi
  32. Anche a me è discretamente piaciuto. 🙂
    Una sufficienza. C’è del buono, ad esempio l’inizio concettualmente e per come è realizzato mi è piaciuto.
    Ciao Weltall!
    Para

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: