Addio spaccone…

Erano mesi che sapevamo che questo momento sarebbe purtroppo arrivato molto presto; ma di fronte alla morte non si è davvero mai preparati e questa ne è l’ennesima dimostrazione.
Si è spento poche ora fa un grandissimo attore della storia del cinema americano: Paul Newman che chi ama il cinema non può dimenticare.
Paul Newman è un attore che non viene immediatamente in mente se si pensa ai grandi di Hollywood; ma se ci fermiamo a riflettere (come abbiamo fatto poco fa io e Stefano ) qualche minuto circa il numero esorbitante di opere importantissime in cui ha lavorato si rimane esterrefatti, annegati in un oceano di film imprescindibili.
Il suo primo grande successo è anche uno dei film più belli di tutta la sua carriera: Lassù qualcuno mi ama, meravigliosa opera del 1956, diretta dal grande Robert Wise.
Tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 sono numerosissime le sue apparizioni in film importantissimi, che ne consolidano la grandezza e il successo: da La gatta sul tetto che scotta a Lo spaccone; da Furia selvaggia di Arthur Penn a Exodus di Otto Preminger. Questi ultimi non sono certo gli unici grandi registi che hanno volutoi Newman nei loro film. Nel 1966, Paul arriva niente di meno che alla corte del Genio Hitch, che lo vuole per interpretare il protagonista del notevolissimo Il sipario strappato.
Nel decennio successivo Newman lavorerà ancora (tra gli altri) per Altman, in Buffalo Bill e gli indiani, e per John Huston, L’uomo dai sette capestri.
Prima di questi sarà però il 1969 l’anno in cui ci regalerà un’altra interpretazione enorme nello splendido Butch Cassidy di G.R.Hill, recitando al fianco dell’amico di una vita Robert Redford; una squadra che ritornerà nel 1973 per il grandissimo successo de La stangata.
Come ultima vorremmo citare quella che cronologicamente è l’ultima prova di Paul Newman, in Era mio padre del 2003. In questo film, all’età di 77 anni, Newman ci regala un’interpretazione di un’intensità rarissima e i suoi celebri occhi azzurri riescono ancora a commuoverci come un tempo: emozioni che solo i più grandi riescono a trasmettere, a tutte le età, a noi spettatori…

Annunci
Lascia un commento

21 commenti

  1. Straordinario attore e, cosa forse ancor più importante, grande uomo.
    Mancherà a tutti.
    Per fortuna che almeno le sue interpretazioni resteranno per sempre.

    Rispondi
  2. Hai ragione, quelle nessuno può portarcele via…

    Chimy

    Rispondi
  3. Proprio “Era mio padre” mi sembra il film giusto col quale abbia potuto chiudere la sua carriera — sul film si può essere in disaccordo, ma penso si possa difficilmente rimanere indifferenti a lui. Buon riposo.

    Rispondi
  4. Ery82

     /  27 settembre 2008

    Ciao Ragazzi…

    mi spiace davvero molto…che tristezza 😦

    Rispondi
  5. Grazie a tutti per i commenti… addio Paul…

    Chimy

    Rispondi
  6. pickpocket83

     /  27 settembre 2008

    La camera verde[..] [ Lo abbiamo ricordato anche qui ] [..]

    Rispondi
  7. Una grave perdita. Ricorderò sempre un attore che ha fatto la storia del cinema e un uomo che ho ammirato per le sue idee.

    Rispondi
  8. Era Nostro Padre.

    Rispondi
  9. Dire che mancherà, a noi e al cinema, è dire poco.

    By Paul…

    Rispondi
  10. Una perdita davvero inestimabile. Un dispiacere enorme.

    Rispondi
  11. Un uomo che si è reso immortale proprio grazie a ciò che sapeva fare meglio…ciao Paul!

    Rispondi
  12. Gli occhi più belli del cinema.Ciao Paul!

    Rispondi
  13. anonimo

     /  28 settembre 2008

    tante cose ovviamente si possono dire di questo uomo “bello come un dio” ,come recentemente ha affermato Meryl Streep. Tanti personaggi, una carriera lunga 40 anni, essere riuscito a stare con la stessa donna per gli stessi 40 anni (fatto forse il piu’ trasgressivo per un ambiente come Hollywood), il suo impegno civile e politico.

    io credo che una delle sequenze sue piu’ belle, incredibile ma vero, rimane in esterma vecchiaia. La sua morte in “era tua padre”: ancora oggi mi meraviglio della bellezza e della magia di quella scena.
    Ebbene si, quegli occhi azzurri si sono spenti, ma come avrebbe voluto lui nel suo epitafio: “quando moriro’? vorrei che si dicesse: e morto paul Newman, i suoi occhi da azzurri ora sono diventati marroni”

    CIAO SPACCONE!

    MARCO CRUCCU

    Rispondi
  14. anonimo

     /  28 settembre 2008

    tante cose si possono dire di un attore “bello come un dio” come recentemente ha affermato Meryl Streep. Tanti personaggi, una carriera lunga 40 anni con la stessa moglie per gli stessi 40 anni ( fatto alquanto il piu’ trasgressivo per un ambiente come Hollywood).

    credo che una delle sequenze piu’ belle l’abbia fatta in estrema vecchiaia (incredibile ma vero).
    la sua morte in “era mio padre”, una scena che ancora oggi mi sorprende per la sua poesia, bellezza e magia.

    ebbene si….quegli occhi azzurri si sono spenti, ma come avrebbe voluti lui nel suo epitafio sarebbe meglio dire:
    è morto Paul Newman…quegli occhi azzurri ora sono marroni.

    CIAO SPACCONE!
    MARCO CRUCCU

    Rispondi
  15. Grazie Marco per le bellissime parole… la scena della sua morte in Era mio padre è davvero molto toccante.

    Grazie anche a tutti gli altri per i commenti.

    Saluti a tutti

    Chimy

    Rispondi
  16. ed era anche la dimostrazione che si può essere belli e anche ottimi attori.
    Gli addominali di Paul da giovane sono difficilmente scordabili. 🙂

    Rispondi
  17. anonimo

     /  1 ottobre 2008

    è vero, perchè non viene subito in mente anche lui quando si citano i grandi di Hollywood? è l’ennesima dimostrazione della discrezione con cui ha condotto la sua vita, senza mai lasciar nascere alcun dubbio sulla sua estrema professionalità.
    Personalmente amo ricordarlo con il suo inconfondibile broncio ed il suo sguardo limpido nel personaggio ribelle di Nick Mano Fredda.

    Ciao, Paul.

    kyra

    Rispondi
  18. Grazie a tutti dei commenti per Paul….

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  19. davvero una gran perdita…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: