Torino Film Festival 2008: pronti, partenza…. Dream !

Domani inizierà l’attesissimo Torino Film Festival 2008 e come l’anno scorso noi ci saremo.
Non in maniera continuata, come (ad es.) a Venezia, ma i film più interessanti del festival non ce li perderemo e ve ne parleremo con un paio di brevi resoconti; uno circa a metà festival e uno alla fine.
Il festival inizia domani e finisce sabato 29 novembre.
Come, e probabilmente più dell’anno scorso il festival di Torino, arrivato alla seconda edizione con a capo Nanni Moretti ed Emanuela Martini, propone un numero mostruoso di pellicole da far impazzire appassionati e addetti ai lavori, che passeranno più tempo a segnare sul programma i film da vedere, cercando di incastrarli così da non perderne neanche uno, che in sala ad ammirarli.
Ci saranno ben tre retrospettive complete: 1) Roman Polanski, che sarà grande protagonista del festival con un incontro sabato aperto al pubblico; 2) Jean-Pierre Melville; 3) British Renaissance, il filone del cinema inglese emerso a fine anni ’70 e inizio anni ’80 che vede gli esordi di grandi registi come Stepher Frears, Ken Loach, Mike Leigh, Peter Greenaway, Terence Davies e tanti altri ancora.
In messo a questi altri omaggi a Ken Jacobs, Kohei Oguri, Stephen Dwoskins, Dennis Potter e agli esordi di registi italiani tra i quali Marco Tullio Giordana e Paolo Virzì.
Dopo le retrospettive le sezioni più interessanti sono quelle fuori concorso dove troviamo film in anteprima italiana già passati ad altri festival; tra i quali diversi film da non perdere. Il concorso rimane territorio enigmatico composto da esordi e sconosciuti.

Torino è un festival in cui ognuno può scegliere tranquillamente i film a seconda dei suoi gusti, vista la quantità incontrollabile di titoli presenti. Noi pensiamo però che tre opere in particolare non possano essere perse: Let the Right One In di Thomas Alfredson, di cui diversi critici e cinebloggers hanno già parlato in termini entusiastici; Hunger di Steve McQueen, vincitore della Camera d’or a Cannes e serissimo candidato al titolo di film del festival; ed infine il film più atteso per il nome del regista che l’ha concepito: Dream, ultima visione del genio assoluto di Kim Ki-duk, per il quale c’è già un grande fermento fra gli appassionati.

Approfittiamo della sua presenza a Torino anche per farvi sapere, per chi non ne fosse a conoscenza, che quest’anno Kim Ki-duk è stato inoltre omaggiato nella maniera forse più nobile possibile.
Il celebre Moma di New York, qualche mese fa, ha dedicato per alcune settimane una mostra e una retrospettiva completa del regista coreano nel suo gigantesco spazio.
Omaggio fatto pochissime volte nella storia del museo ad artisti della settima arte.
Forse, se ce ne fosse bisogno, questa è stata la definitiva consacrazione di Kim che lo fa entrare ufficialmente nell’olimpo dei più grandi registi che la storia del cinema abbia mai avuto.

Lascia un commento

21 commenti

  1. Inutile dire che aspetterò con ansia i vostri resoconti e i vostri giudizi sul nuovo Ki-duk e sul film di Alfredson che spero vi piaccia tanto quanto è piaciuto a me ^___^

    Rispondi
  2. Lo spero anch’io 😉

    Ciao

    Chimy

    Rispondi
  3. non so per cosa e quando ma sicuramente un salto ce lo faccio,ci beccheremo senza conoscerci!
    deneil

    Rispondi
  4. @deneil: se ci fai sapere quando vieni, se ci siamo anche noi ci becchiamo anche con piacere… noi soprattutto gli ultimi due giorni ci saremo ad oltranza…

    @ale: he he, un mese fa ti invidiavamo noi per Roma, un pò per uno… 🙂

    Saluti a entrambi

    Chimy

    Rispondi
  5. Non fate troppo casino e limitatevi nel consumo dei superalcolici, voi tre.

    VI VEDO.

    🙂

    Rispondi
  6. irish mist/ic in saccoccia e giù glu glu di dream! vogliamo sapere.

    Rispondi
  7. frenzmag

     /  21 novembre 2008

    carina la retrospettiva di melville

    Rispondi
  8. @pick: chi? Noi? Ma non lo sai che i cinefili nonché cinebloggers sono tutti astemi? 🙂

    @wd: 🙂 vieni a farti un giro wd, così sì che possiamo festeggiare con sto benedetto irish mist! 🙂

    @frenzmag: carina sì, peccato che c’è talmente tanta altra roba da vedere che andrà bene se riusciremo a vederne uno di film!

    Saluti a tutti.
    Para

    Rispondi
  9. i cine-rhum-iani non bevono, questo lo si sa…
    soprattutto la birra, mai toccata in vita nostra!

    Rispondi
  10. Assolutamente mai toccata… assolutamente 😉

    Chimy

    Rispondi
  11. Mai toccata. Ci mancherebbe. Chiedo scusa per essermi permesso di dubitare. 🙂

    Rispondi
  12. Una retrospettiva su Melville è imperdibile! Facciamo conoscere questo mostro sacro del cinema che non splende come dovrebbe…

    Rispondi
  13. @pick: certo, oggi mai toccata. 🙂

    @mash: oggi ho visto il primo melville della mia vita, “Les infant terrible”, suo secondo film. FILM della MADONNA!

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  14. anonimo

     /  22 novembre 2008

    Caspita, mi piacerebbe moltissimo approfondire la conoscenza delle opere di Polanski… ed incontrarlo,poi! dalle interviste che ho letto credo sia una persona molto interessante, sarei curiosa di vedere se lo è anche di persona!
    Approfittatene, ragazzi!
    kyra

    Rispondi
  15. la birra sì come no, per sciacquarsi la bocca fra un cicchetto e l’altro..^^ magari cinerhummiani, magari, intanto stasera Stone da Fazio è stato Immenso

    Rispondi
  16. @kyra: io non ne ho approfittato, ho saltato l’incontro con polanski per vedermi un film di Melville incredibile. Chiedi di lui a Chimy, che ah seguito l’incontro. 🙂

    @wd: la birra è esattamente come l’acqua, nè più nè meno, quindi è liberamente alternabile o sostituibile ad essa. 🙂
    Non ho visto Stone da Fazio, ma ho visto Polanski stasera sempre da Fazio.

    Saluti.
    Para

    Rispondi
  17. anonimo

     /  24 novembre 2008

    purtroppo un virus intestinale mi ha steso a letto e in casa da giovedì scorso, così ho dovuto disdire l’albergo a torino e dunque non partecipare al festival. vi invidio molto. C’è più affluenza dell’anno precedente? aspetto un vostro resoconto festivaliero e intanto vi ringrazio e vi saluto.
    ethan

    Rispondi
  18. Mi incuriosisce molto l’ultimo film di Kim ki-duk. Non vedo l’ora di leggere le vostre recensioni. A presto!

    Rispondi
  19. anonimo

     /  24 novembre 2008

    Al TG ho visto un servizio sul film del “Tony Manero” cileno, mi sembra originale e potenzialmente interessante.. l’avete visto?

    kyra

    Rispondi
  20. @ethan: grazie a te. Mercoledì o giovedì primo resoconto… poi uno domenica con i (tanti) film importanti di venerdì e sabato.
    Nel weekend c’è stata tantissima affluenza, tanto che non siamo riusciti a vedere il film di Oliver Stone perchè il pubblico pagante ha tolto molti posti agli accreditati…

    @luciano: del film di Kim ne parleremo ampiamente credo…

    @kyra: purtroppo l’abbiamo perso. Abbiamo deciso di lasciare perdere il concorso, visto che non abbiamo moltissimo tempo e ci sono da fare delle scelte. Il film cmq uscirà in sala molto a breve, forse già questo venerdì.

    Saluti a tutti

    Chimy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: