Mostri contro alieni: 3Dreamworks.

La recensione del Para la trovate qui su Paper Street.

La recensione di Chimy:

Come è noto, da queste parti i film d’animazione della Dreamworks non sono troppo apprezzati poichè personalmente li trovo facilmente piacioni e pieni di facili stimolazioni che portano a delle reazioni, "riflessologicamente" parlando, di divertimento per bambini e per chi vuole passare qualche ora senza pensare troppo alla qualità del cinema d’animazione: quindi abbiamo l’orco verde che fa i versacci, il panda grasso che fa kung fu e altri esempi facilmente apprezzabili. Ben diversa dalla grande complessità narrativa, e artistica, dei film della Pixar.

Mostri contro alieni non si distacca troppo dai difetti narrativi tipici della Dreamworks con una trama ampiamente già vista e scontata, a cui si aggiungono però momenti divertenti e citazioni riuscite ad un certo cinema a cui il film fa riferimento.

I personaggi sono ben caratterizzati, anche se di certo un confronto con quelli del gioiellino Monsters & co. della Pixar risulta decisamente impari.

Parlando di Mostri contro alieni non si può tralasciare l’aspetto più importante: il film di Rob Letterman e Conrad Vernon è il primo pensato e girato per il 3d. Non sarà di certo una data nella storia del cinema come diceva il produttore Katzenberg, ma questa nuova forma di una tecnologia che sul grande schermo aveva già tentato la fortuna, risulta comunque molto interessante.

I progressi fatti dalla Intel (InTru 3d) sono notevoli e non tanto per gli effetti più divertenti modello luna park, tipo la pallina di una racchetta che rimbalza verso il pubblico, ma per le possibilità che vengono date ai piani in profondità di campo. L’immagine in profondità all’interno della chiesa ad inizio film mostra come con il 3d si potranno sviluppare possibilità molto interessanti in futuro. Da qui a un anno, con l’uscita in particolare di Avatar di James Cameron e di Alice nel paese delle meraviglie di Tim Burton, capiremo se davvero il (nuovo) 3d offrirà al cinema delle nuove potenzialità fin’ora sconosciute. Mostri contro alieni è stato il primo (Viaggio al centro della terra o Bolt, usciti negli scorsi mesi, non erano pensati direttamente per il 3d) e per questo è un film che comunque va visto e che può regalare un paio d’ore di piacevole intrattenimento grazie e soprattutto ad una tecnologia che dovrà ancor meglio svilupparsi in futuro.


Chimy

Voto Chimy: 2,5/4

Voto Para: 2,5/4
Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

11 commenti

  1. Vedo che condividiamo le stesse riserve nei confronti dei film Dreamworks…e, diciamocela tutta, il 3d potrebbe essere l’unica “spinta” per avvicinarmi in sala a vedere questo Mostri Contro Alieni ^__*

    Rispondi
  2. non siete i soli a pensarla in questo modo ^^

    Rispondi
  3. @weltall: sì, secondo me è da vedere. Però solo in 3d se non ha molto senso 🙂

    @spiker: bene ^^

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  4. Rileggendo il post,alla mia lista dei film che da qui ad un anno potrebbero definire meglio le potenzialità del 3d aggiungo anche (insieme ad “Avatar” e ad “Alice nel paese delle meraviglie”) “Up” di Pete Docter perché dalla Pixar non si può prescindere e (perché no?) “Canto di Natale” di Robert Zemeckis.

    Chimy

    Rispondi
  5. Io devo ancora recuperare Wall-e e Ponyo, quindi credo proprio che questo, 3d o non 3d, lo salterò.

    Rispondi
  6. Peccato. Ero curioso di andare al cinema, ma (dopo aver letto anche la recensione di Para) non vederlo in 3D è tempo sprecato. A quanto pare non c’è nient’altro che possa interessare 😦

    Rispondi
  7. @ale: peccato, sarebbe da vedere anche questo a mio parere…

    @luciano: assolutamente. Da vedere, per me, ma proprio x il 3d…

    Saluti

    Chimy

    Rispondi
  8. Io questo riuscirò a non vederlo. Mi sono fatto fregare anche dal Panda, quindi per un bel po’ basta cartoon Dreamworks. Poi da quel che leggo non mi perdo molto.

    Ciao,
    Lore

    Rispondi
  9. Da vedere per il 3d per chi ne ha la possibilità…

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi
  10. L’ho appena visto…concordo in toto con quanto hanno scritto il Chimy e il Para.
    Il film è carente sul piano della qualità della trama e dello spessore dei personaggi. Tuttavia, il film va visto per il 3d, ma solo in questa modalità.
    La visione in 3d è davvero interessante: le sue potenzialità sono enormi e non potranno che arricchire l’esperienza sensoriale degli spettatori. Quello che pareva un’utopia futuristica si sta ormai realizzando…

    A presto, un saluto a tutti!

    Rispondi
  11. Grazie Ale, andremo presto a scoprire se questa tecnologia realizzerà concretamente le tante buone premesse e speranze che si porta dietro 🙂

    Un saluto

    Chimy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: