Mostra di Venezia-giorno 10: brutta chiusura con gli ultimi due film in concorso…

La mostra si chiude decisamente male con due fra i peggiori film visti…

E’ considerato uno tra i favoriti per la vittoria finale il film di Nikita Mikhalkov: "12". Per me se vincesse sarebbe uno scandalo.
Il film è il remake del grande classico di Sidney Lumet "La parola ai giurati". Guarda caso le scene migliori del film sono proprio quelle identiche all’opera da cui prende spunto.
Mikhalkov cerca di attualizzare la vicenda attraverso il personaggio dell’accusato appartenente alla minoranza cecena (al posto del ragazzo del bronx nell’originale), mentre i giurati sono (quasi tutti) moscoviti benestanti.
Ci sono momenti anche imbarazzanti che mettono nell’ironia la serietà e l’impegno del testo originario.
A parte il confronto questo film è troppo lungo ed ha una prima parte spesso irritante.
Erano 10 anni che Mikhalkov non dirigeva un film (e le idee mancano ancora), per quanto mi riguarda poteva ritirarsi per sempre.

Assolutamente indecente è "Chaos" di Youssef Chahine.
La trama sembra presa da un film di Bollywood si serie B. Una giovane ragazza molto timida è innamorata di un uomo che sembra preferirgli una donna più sfacciata e sensuale. Naturalmente la ragazza timidan conquisterà il ragazzo. Poi ci si mette un bruto innamorato della ragazza timida che cerca di conquistare in tutti i modi, anche con la forza. Naturalmente il bel giovane le verrà in soccorso, il bruto morirà e tutti vissero felici e contenti…
Ad alcuni critici è piaciuto, io vi chiedo (se mai uscirà) di andare a vederlo per potervi rendere conto di quanto sia un’immensa boiata.
Inconcepibilmente in un festival. Vergognosamente in concorso.

Tra poco pubblicherò un nuovo post con i miei premi personali..

Chimy

Annunci